Politica di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 16 Ottobre 2020 17:57

Concorso docenti, i sindacati sollecitano la Regione: “Sospenda o rimandi le prove”

Aosta - I sindacati evidenziano come "nelle ultime ore la situazione sanitaria si è aggravata al punto da rendere necessaria l’istituzione di una “zona rossa” in ben tre Comuni della Regione tramite l’adozione di un’ordinanza". 

Il sit-in dei "Professori senza cattedra" in piazza DeffeyesIl sit-in dei "Professori senza cattedra" in piazza Deffeyes

La Regione “affermi le le proprie prerogative statutarie e intervenga tempestivamente per sospendere e rimandare il concorso straordinario per docenti”. E’ quanto torna a Claudio Idone della Cgil, Alessia Démé della Cisl, Luigi Bolici del Savt e Alessandro Celi dello Snals.

I sindacati evidenziano come “nelle ultime ore la situazione sanitaria si è aggravata al punto da rendere necessaria l’istituzione di una “zona rossa” in ben tre Comuni della Regione tramite l’adozione di un’ordinanza”.

Cgil, Cisl, Savt e Snals evidenziano come la lettera inviata dal Presidente della Regione al Ministro “per ottenere il rinvio dei concorsi alla conclusione dell’emergenza o, in subordine, l’impegno a prevedere prove suppletive – non ha finora prodotto alcun esito”. 

Le prime prove del concorso sono in programma il prossimo 22 ottobre. “La Regione Valle d’Aosta ha facoltà di indire Concorsi per il reclutamento del personale docente  – scandiscono i sindacati – e quindi anche di differirne lo svolgimento”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>