Consiglio Valle: l’Ufficio di Presidenza, al momento, resta al suo posto

Rimandata la presa d'atto delle dimissioni dell'Ufficio di Presidenza: del Presidente Fosson, dei vice Bianchi e Rini e dei segretari Viérin e Morelli.  
Consiglio Regionale
Politica

Il Consiglio regionale domani tornerà a riunirsi ma con un nuovo, stringato, ordine del giorno. E’ quanto deciso questa mattina dalla Conferenza dei capigruppo.

Vista la situazione di stallo, con l’assenza di una maggioranza chiara, domani l’aula andrà a prendere atto delle sole dimissioni degli Assessori Chantal Certan e Stefano Borrello. 

Rimandata invece la presa d’atto delle dimissioni dell’Ufficio di Presidenza, ovvero del Presidente Antonio Fosson, dei vice Luca Bianchi e Emly Rini e dei segretari Laurent Viérin e Patrizia Morelli.

Il Consiglio sarà poi chiamato a varare il parere sul disegno di legge costituzionale “Modifica allo Statuto speciale per la Valle d’Aosta in materia di procedura per la modifica dello Statuto medesimo”, il progetto di bilancio di previsione del Consiglio regionale e la tanto attesa variazione di bilancio. Provvedimento quest’ultimo dove sono state reperite ulteriori risorse sul Bando Affitti.

Venerdì la conferenza dei capigruppo tornerà poi a riunirsi per decidere se eventualmente convocare un consiglio straordinario per affrontare gli altri punti all’ordine del giorno.

Critiche sulla decisione assunta oggi arrivano dal M5S. Il capogruppo Luciano Mossa attacca i colleghi di Uv per aver chiesto il rinvio anche delle due proposte di legge sullo spoglio centralizzato e la preferenza unica. “E’ assurdo, dopo quattro mesi ci dicono che devono ancora confrontarsi con la base”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte