Coppa del mondo Cervinia, Minelli: “Donare il cibo a famiglie in difficoltà”

Dopo l'annullamento del doppio appuntamento con la Coppa del mondo di sci, l'interrogativo sul destino delle derrate alimentari acquistate per l'occasione.
La Scuola alberghiera
Politica

Destinare le derrate alimentari “alle famiglie in difficoltà, soprattutto quegli alimenti facilmente deperibili che non possono essere stoccati a lungo termine e che costituirebbero un importante aiuto per le associazioni impegnate nella raccolta alimentare.” A chiederlo è Chiara Minelli di Pcp che con un question time ha voluto conoscere dall’Assessore al turismo Jean-Pierre Guichardaz il destino degli alimenti acquistati per la Coppa del Mondo di sci Zermatt-Cervinia, annullata per mancanza di neve.

“Il Comitato organizzatore dello Speed opening Matterhorn Cervino ha incaricato lo chef Agostino Buillas della realizzazione dei pasti, da realizzarsi in collaborazione con gli studenti dell’École Hôtellière, dando loro la possibilità di vivere un’esperienza unica che, tra l’altro è sfociata in un progetto ad ampio raggio sulla cucina estrema in alta quota. – ricorda Guichardaz –  Per quanto riguarda i prodotti, il contratto prevede che questi sono a disposizione del Comitato organizzatore che li ha commissionati. Il CO ha quindi ha quindi deciso di lasciarli nella disponibilità dello chef e, a seguito dell’inventario di quanto è già stato preparato, possiamo immaginare una decisione dello chef che sarà in linea con la filosofia dello Speed opening, da sempre improntata alla sostenibilità.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte