Fédération Autonomiste: ‘Il 25 maggio abbiamo pagato delle penalità’

Al centro dell'incontro di ieri sera oltre alla definizione della commissione politica c'è stata l'analisi del voto elettorale del 25 maggio scorso 'un risultato soddisfacente' dice Vasini. Nell'esecutivo il rappresentante di FA sarà La Torre.
Maria Cristina Vasini
Politica
Sarà composta dalla coordinatrice Maria Cristina Vasini, dai consiglieri regionali Leonardo La Torre e Claudio Lavoyer, dal presidente Guglielmo Piccolo e da un rappresentante del consiglio del comune di Aosta (ad oggi da definire) la commissione politica della Fédération Autonomiste che venerdì prossimo incontrerà la commissione politica dell’Uv. Un incontro che servirà a disegnare il futuro assetto di Governo che guiderà la Valle nei prossimi cinque anni.
 
Al centro dell’incontro di Fédération di ieri sera oltre alla definizione della commissione politica c’è stata l’analisi del voto elettorale del 25 maggio scorso “un risultato soddisfacente – commenta Maria Cristina Vasini – ovviamente per la coalizione autonomista. Su questo aspetto non avevamo dubbi nonostante il fantasma del ballottaggio tirato fuori dagli avversari politici. Come lista siamo soddisfatti della riconferma dei nostri due rappresentanti uscenti, anche se speravamo in un terzo seggio, perso per pochi voti”. Più in generale la coordinatrice di Fédération evidenzia come ad inficiare sul voto sia stato un quadro generale, per quanto riguarda il movimento, caratterizzato da una scissione a metà legislatura che aveva visto l’uscita di Francesco Salzone passato a Stella Alpina (e che il 25 maggio con 1578 preferenze, ha riconfermato il posto in consiglio regionale) oltre all’assenza nel comune di Aosta di un assessorato “che ovviamente ci ha fatto perdere consensi”.
Lo spirito con cui Fédération si presenterà venerdì prossimo all’incontro con l’UV è quello della “massima collaborazione” evidenzia Vasini, con la certezza di un rappresentante nell’esecutivo, alla luce degli accordi pre-elettorali.
Quel rappresentante, come ormai noto da tempo, sarà l’assessore all’Industria uscente, Leonardo La Torre, per il quale Fédération chiede la riconferma: “valutiamo gli uomini – conclude Vasini – Leonardo è stato un ottimo assessore, capace, attento, ha avuto poco tempo per lavorare ma lo ha fatto con ottimi risultati”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte