Fosson conferma il sostegno a Berlusconi, ma apre ai centristi. Al Senato passa la fiducia

Antonio Fosson annuncia il proprio appoggio al Governo nel giorno in cui si decidono le sorti del premier. “No a crisi al buio”, dice. Le forze del centrosinistra valdostano organizzano invece un volantinaggio in città.
Antonio Fosson
Politica

“Bocciare questo Governo e aprire una crisi al buio, senza indicare una soluzione, senza presentare una alternativa, significa condannare il paese a un periodo di instabilità, a giochi di palazzo che porteranno solo a nuove elezioni politiche”. E’ l’opinione, peraltro già annunciata, del senatore valdostano Antonio Fosson che annuncia il proprio appoggio al Governo nel giorno in cui si decidono le sorti di Silvio Berlusconi. “Stabilità politica” prima di tutto, dunque. Al Senato, tra l’altro il premier ha già ottenuto la fiducia.

“I nuovi rapporti di collaborazione – prosegue Fosson – stabiliti con l’esecutivo negli ultimi mesi che hanno portato all’accordo bilaterale tra Regione Valle d’Aosta e Governo sull’attuazione di norme statutarie costituiscono l’altra condizione, che in sintonia con il mio movimento, l’Union Valdôtaine, e le altre forze autonomistiche che io rappresento, mi spingono a votare nuovamente questa fiducia”.

Tuttavia il senatore valdostano appoggia l’ipotesi dell’allargamento della maggioranza ai centristi: “Chiediamo però a questo Governo di cambiare modo di governare, intraprendere al più presto e portare a termine quel percorso di riforme che l’Italia e la Valle d’Aosta si aspettano, aprendosi a tutti quei contributi positivi che giungono anche da altre forze politiche”.

Sul fronte opposto si schierano Alpe, PD, Psi, Idv, Federazione della sinistra e associazione Loris Fortuna che oggi, martedì 14 dicembre, organizzano un volantinaggio in città per chiedere la sfiducia contro il governo Berlusconi e a sostegno del voto di sfiducia del deputato Roberto Nicco.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte