Governo regionale, confronto al via per l’allargamento della maggioranza

I gruppi consiliari di maggioranza danno mandato alle commissioni politiche dei rispettivi movimenti "di incontrarsi nei prossimi giorni per fissare i punti cardine del programma per il rilancio della coalizione e per il completamento della squadra di governo" ma anche di valutare il confronto con le forze di opposizione.
L'aula del Consiglio regionale
Politica

Dopo nove mesi senza Assessore all’Ambiente, i gruppi consiliari di maggioranza hanno deciso di “dare mandato alle commissioni politiche dei rispettivi movimenti di incontrarsi nei prossimi giorni per fissare i punti cardine del programma per il rilancio della coalizione e per il completamento della squadra di governo“.

Union Valdôtaine, Federalisti Progressisti – Partito Democratico, Alliance Valdôtaine – Vallée d’Aoste Unie, Stella Alpina, Gruppo Misto-Restano spiegano in una nota come “in considerazione del fatto che oggi in Consiglio regionale esiste un nuovo assetto di forze politiche, le commissioni delegate dai movimenti che compongono l’attuale maggioranza valuteranno l’opportunità di aprire un confronto con le forze politiche oggi all’opposizione che risultino disponibili ad un confronto.”

Il riferimento è in primis a Forza Italia rappresentata dal consigliere Mauro Baccega, che ieri così scriveva sul suo ingresso in maggioranza: “In  realtà se la cantano e se la suonano ma a noi non ha chiesto nulla nessuno. In realtà il fatto che rappresentiamo il Centro moderato liberal democratico federalista che guarda al Partito Popolare Europeo, rende la nostra organizzazione politica estremamente appetibile.” Il consigliere, entrato nel gruppo misto dopo aver lasciato Pour l’Autonomie, evidenziava poi come “le opzioni sono sempre numerose e vanno approfondite tutte parlando di programmi, di organizzazione e di strutture dell’amministrazione da riformare oltre che di Leggi Regionali da mettere in campo. ”

L’altra opzione in campo, meno quotata, resta quella di allargare la maggioranza regionale al gruppo Pour l’Autonomie di Carrel e Rollandin. 

 

Una risposta

  1. la realtà ormai supera l’immaginazione….alle precedenti votazioni il popolo valdostano ha decretato che forza italia non doveva avere alcun rappresentante in consiglio….ebbene a distanza di qualche mese i nostri amatissimi rappresentanti politici materializzano forza italia in consiglio…..a quando la prossima novità…..VERGOGNATEVI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica