I tagli al welfare tornano al centro del Consiglio regionale

Interrogazioni e mozioni sulle nuove direttive sul trasporto disabili, sui servizi agli anziani e alla prima infanzia.
Consiglio regionale
Politica

Il parcheggio pluripiano di via Roma, le indagini effettuate sui ritrovamenti archeologici nel cantiere dell’ospedale, le nuove direttive sul trasporto disabili ma anche la prossima stagione della Saison culturelle. Di questo e di tanto altro ancora si discuterà nel consiglio regionale, convocato per martedì 20 e mercoledì 21 ottobre 2015. L’ordine del giorno è composto di 51 oggetti, tra cui 11 interrogazioni, 18 interpellanze e 15 mozioni.

Ad aprire i lavori dell’Assemblea saranno due question time di Uvp e Alpe. Il primo riguarda i lavori sulla Statale 26 nei tratti compresi tra Donnas e Châtillon mentre il secondo vuole conoscere le valutazioni in merito ad un’eventuale sospensione del servizio sulla linea ferroviaria Aosta/Pré-Saint-Didier.

Sempre il Galletto ha depositato quattro interrogazioni sul progetto della "Bassa Via della Valle d’Aosta", sui locali destinati ad ospitare l’emporio solidale, sui lavori di riqualificazione del tratto autostradale e sull’utilizzo e i costi per la gestione del parcheggio pluripiano di via Roma ad Aosta. Sette le interpellanze presentate dallo stesso gruppo sulle: nuove disposizioni per la fruizione del servizio di trasporto per disabili; l’ottimizzazione dell’efficienza energetica della sede della Pépinière d’Entreprise; le strategie di marketing per la promozione delle località; la "Maison du Val d’Aoste" di Parigi; il trasferimento dell’Agenzia delle entrate di Châtillon; la prossima "Saison culturelle 2015/2016" e la proposta di riduzione del numero delle Regioni.

Il Movimento 5 Stelle chiederà informazioni sulle indagini archeologiche effettuate sui ritrovamenti nel cantiere del nuovo ospedale, la raccolta differenziata effettuata nella regione nel 2014, l’organizzazione di un incontro sulla comunicazione nella pubblica amministrazione, la presentazione da parte della Guardia di Finanza di un documento per la gestione dell’attività di soccorso d’intesa con il Corpo regionale dei Vigili del fuoco e sull’organizzazione del servizio di guardia "interdivisionale" istituito presso l’Azienda Usl della Valle d’Aosta.

Quattro interrogazioni e dieci interpellanze sono state depositate dal gruppo Uvp. I riflettori dei progressisti si accenderanno sulle determinazioni adottate per l’assunzione dei docenti precari iscritti alle graduatorie ad esaurimento regionali, la lettera ispettiva del Ministero della funzione pubblica riguardo alla vicenda della nomina del segretario comunale di Aosta, l’autonomia fiscale della Regione, la verifica della necessità di effettuazione di interventi vari presso l’ospedale Parini, la moratoria nell’esame delle domande di derivazione d’acqua a scopo idroelettrico; l’assenza dell’infermiera pediatrica nelle sedi del poliambulatorio di Donnas e Verrès e il mancato rispetto di disposizioni normative in materia di assunzione di personale da parte dell’Azienda Usl. Sempre Uvp chiederà informazioni sui corsi facoltativi di patois nelle scuole, gli investimenti per la manutenzione delle strade regionali; le modalità di rinegoziazione dei contratti di fornitura da parte dell’Azienda Usl; la mancata organizzazione delle giornate di informazione sul Concours Cerlogne; i finanziamenti erogati ai Consorzi di miglioramento fondiario, le motivazione del mancato recepimento della richiesta di iscrizione di risoluzioni all’ordine del giorno del Consiglio del 7 ottobre 2015 e la questione dell’illegittimità della nomina del dottor Ardissone quale direttore generale dell’Azienda Usl.

Infine, riguardo alle mozioni, una è stata iscritta congiuntamente dai gruppi Alpe, Movimento 5 Stelle e Union Valdôtaine Progressiste in merito alla riorganizzazione della didattica museale e all’utilizzo della figura professionale del promotore culturale.

Dodici sono state presentate congiuntamente dai gruppi Alpe e Union Valdôtaine Progressiste: revoca della proposta di deliberazione della Giunta regionale sulle modalità di contribuzione degli utenti dei servizi residenziali e domiciliari per persone anziane; presentazione alla Commissione consiliare competente del piano di riorganizzazione del servizio di controllo del Casino de la Vallée; impegno dell’Assessore al turismo per un’analisi delle problematiche delle stazioni sciistiche nella Commissione consiliare competente; illustrazione alla Commissione consiliare competente degli indirizzi politici forniti per la realizzazione della bozza di accordo di collaborazione tra la Regione Piemonte e la Regione Valle d’Aosta per la gestione di percorsi assistenziali; riorganizzazione delle scuole superiori della media e bassa Valle; riorganizzazione del servizio socio-educativo per la prima infanzia; regolamentazione della materia riguardante gli Acquisti Pubblici Verdi; impegno a rappresentare al governo nazionale le preoccupazioni delle istituzioni valdostane, rispetto agli attacchi all’autonomia, problematiche relative alla liquidazione delle pratiche del verde agricolo; erogazione dei contributi per la copertura di tetti in lose per lavori ultimati entro il 4 ottobre 2013; impegno a fornire alla Commissione consiliare competente la documentazione relativa agli interventi effettuati presso la Casa da gioco di Saint-Vincent; attuazione di interventi urgenti per il rilancio del settore edilizio.

Le altre due mozioni sono state depositate dal Movimento 5 Stelle in merito alla legittimità costituzionale della legge "Buona Scuola" e la costituzione di una Commissione consiliare di inchiesta per l’analisi della documentazione contabile della Casino de la Vallée spa.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica