Chiusura dei lavori del Consiglio Valle, Bertin: “nessuno ha obiettato”

Il presidente dell’Assemblea ha preso posizione sulla conclusione, senza discutere le risoluzioni ancora iscritte (inclusa quella contro le dichiarazioni negazioniste del consigliere Lucianaz), della sessione consiliare nella serata di ieri.
Consiglio Regionale
Politica

Sulla chiusura, ieri sera, dei lavori del Consiglio Valle, dopo la presa di posizione delle consigliere di Progetto Civico Progressista Erika Guichardaz e Chiara Minelli, fa sentire la sua voce anche il Presidente dell’Assemblea, Alberto Bertin. “Poco prima delle 20, – afferma in una nota – è stata richiesta una Conferenza dei Capigruppo per organizzare i lavori della seduta consiliare, visto che l’ordine del giorno non era terminato e, verosimilmente, non sarebbe stato ultimato entro le ore 22 essendo state iscritte in aula tre ulteriori risoluzioni”.

“Sulla scorta di queste considerazioni, – aggiunge Bertin – tutti i Capigruppo, senza che ci fosse alcuna obiezione, hanno assunto la decisione di chiudere i lavori subito dopo la discussione dell’ultima mozione all’ordine del giorno”. “Un silenzio durato il tempo di scrivere un comunicato stampa”, conclude il Presidente del Consiglio, parafrasando le stesse parole rivolte da Pcp ai gruppi di maggioranza.

Rinviata la risoluzione contro Lucianaz. Pcp: “Lo sdegno è durato il tempo di un comunicato”

Lo sdegno degli autonomisti è durato il tempo di un comunicato stampa“. Così le consigliere di Progetto Civico Progressista Erika Guichardaz e Chiara Minelli commenta la scelta ieri sera dei gruppi consiliari di maggioranza di rinviare la discussione della risoluzione che doveva far prendere al Consiglio Valle le distanze dalle dichiarazioni negazioniste di Diego Lucianaz. La seduta, che doveva, come da decisione della conferenza dei capigruppo di martedì 18 ottobre proseguire fino alle 22, è stata fatta terminare intorno alle 20. Fra le motivazioni addotte dai gruppi di maggioranza “questioni regolamentari”.
Con la chiusura anticipata dai lavori è stata nuovamente rinviata anche la discussione sulla temuta risoluzione presentata dalla Lega e Forza Italia Vda che aveva come bersaglio l’Assessore regionale al Turismo e Cultura Jean-Pierre Guichardaz. 

“La gestione dei lavori del Presidente Bertin continua a lasciare esterrefatti,  – scandiscono Guichardaz e Minelli – mentre permane l’ambiguità nei rapporti tra Lega e autonomisti che così facendo hanno evitato dichiarazioni imbarazzanti di presa di distanza fra loro”.

“Il Covid è una pagliacciata”. Dalla maggioranza una risoluzione contro Lucianaz

Non ha fatto in tempo ad entrare in Consiglio regionale che ne è già tornato protagonista. Stiamo parlando di Diego Lucianaz della Lega Vda, che questa mattina durante il suo discorso di insediamento ha parlato della Pandemia come di una “colossale pagliacciata, la più grande della storia dell’Unione europea”.

Parole che hanno suscitato sdegno dentro e fuori l’aula. Per prendere le distanze e dissociarsi dalle affermazioni fatte dal consigliere leghista i gruppi di maggioranza di UV, Alliance Valdôtaine – VdA Unie, Federalisti Progressisti – Partito Democratico, Stella Alpina e Misto hanno annunciato una risoluzione. 

Ribadendo “la tragicità degli eventi della pandemia e il grande senso civico della gran parte dei valdostani che si sono responsabilmente vaccinati per contrastare la diffusione del virus” i consiglieri di maggioranza ricordano “la grande mobilitazione della Sanità, della Protezione civile e del mondo del volontariato per contrastare la pandemia, che ha causato morte e dolore nella nostra comunità.”

La risoluzione chiede all’intero Consiglio di dissociarsi da queste “gravissime affermazioni, che ledono la dignità della nostra Assemblea e dell’intera comunità valdostana.”

Già nella scorsa legislatura le affermazioni di Lucianaz, e in particolare quella “carampana” destinata all’ex consigliera di Adu Daria Pulz, l’avevano portato nel mirino del Consiglio regionale, con una risoluzione, che all’ultimo non fu poi iscritta in aula.

Dal Celva, dall’Ordine e sindacati dei medici sconcerto e preoccupazione

Dopo l’Ordine dei medici, anche il Consiglio Permanente degli Enti Locali prende le distanze dalle dichiarazioni del neo consigliere leghista Diego Lucianaz.

“La negazione dell’esistenza di un’emergenza Covid-19 rappresenta la negazione della sofferenza che ha coinvolto tutta la comunità valdostana e dell’impegno di tutti coloro – operatori sanitari, protezione civile, volontari – che in prima persona sono stati coinvolti nella lotta alla pandemia” sottolinea in una nota il Celva.  Fin dalle prime fasi dell’emergenza Covid-19 i Sindaci sono stati in prima linea nel supportare i cittadini in difficoltà: le famiglie divise, i Comuni in zona rossa, le attività chiuse, le chiamate di emergenza ad ogni ora sono fatti innegabili, immagini ed emozioni che resteranno a lungo impresse nei cuori e nella mente di tutti”.

Il Celva esprime “ancora una volta la vicinanza a tutta la comunità e, in particolare, a tutti coloro che in questi due anni sono stati toccati dal dolore e dalla sofferenza di una pandemia che è sotto gli occhi di tutti, una sfida non ancora conclusa che dobbiamo continuare ad affrontare con consapevolezza, unità di intenti e senso di solidarietà”.

Se il Celva esprime sconcerto, dall’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Valle d’Aosta arriva invece preoccupazione.

“Almeno 178 mila morti solo in Italia (ad oggi sono 178.275 ) e oltre 6 milioni a livello globale (ad oggi sono 6.574.859 ) Numeri che dovrebbero far riflettere anche i più accaniti negazionisti della pandemia di Sars-CoV- 2, soprattutto se ricoprono incarichi istituzionali e di conseguenza dovrebbero — prima di parlare — badare bene al peso delle loro parole”.

Ritenendo che “tali affermazioni rechino danni alla salute dei cittadini e disprezzino l’art. 32 della Costituzione che tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività”, l’Ordine dei Medici chiede una “pubblica smentita di tali affermazioni”.

Parole ribadite poco dopo dai sindacati della dirigenza Sanitaria (Medica, non Medica e Veterinaria)
e del Comparto, che “stigmatizzano con fermezza le parole insensate e negazioniste” del neo-Consigliere Diego Lucianaz.

“Proprio ora, che la pandemia, anche per merito della vaccinazione, sembra aver ridotto la sua virulenza con un progressivo e difficile ritorno alla normalità, abbiamo tutti il dovere di non dimenticare ognuna delle troppe vittime del Covid-19, in Italia e nel mondo” scrivono i sindacati “Ferite incancellabili nella memoria: il sacrificio di tutto il personale sanitario insieme con l’impegno in prima linea di tutte forze dello Stato e dei Volontari, hanno consentito di contrastare il virus e di preservare il funzionamento dei servizi essenziali in Sanità per proteggere ogni Cittadino, durante una delle crisi più difficili dal dopoguerra a oggi”.

Anaao, Aaroi, Anpo, Cimo, Cisl-Medicim, Fassid, Fesmed, Fp-Cggil, Fvm e Savt Santé evidenziano, inoltre, come la cosa più grave stia nel fatto di aver pronunciato queste parole in un contesto istituzionale. “Come cittadini Valdostani e come lavoratori della Sanità ci sentiamo profondamente lesi dalle sue affermazioni e prendiamo le distanze dalle sue frasi, pronunciate in Consiglio Regionale, non sentendoci minimamente da esso rappresentati, auspicando un’altrettanto forte presa di distanza da parte di tutta la comunità Valdostana, civile, professionale e politica”.

27 risposte

  1. Il fatto che sia stato comunicato UFFICIALMENTE dalle stesse case produttrici di vaccini che questi ultimi non hanno una reale utilità, non smuove minimamente nessuno dalla sua posizione a riguardo?

  2. dopo le recenti comunicazioni di Pfizer fossi un vaccinato mi preoccuperei di che cosa mi hanno iniettato invece di continuare ad insultare persone che hanno agito diversamente. Se invece continuate a CREDERE alla formula magica, le vaccinazioni stanno continuando (mi sembra siamo alla 5) pertanto mettetevi in coda e buona vita

    1. Ci spunteranno quattro braccia,sputeremo fuoco,camineremo sull’acqua…ecc ecc..Tu e i tuoi amici invece,non vacinatevi in modo da evolvere in una razza superiore.Soprattutto, continuate a studiare medicina su telegram seduti sul water!!!

      1. non credo ti spunteranno 4 braccia e purtroppo neanche 2 cervelli ma se ritieni che ti è stato utile il vaccino di scorte ce ne sono a sufficienza, credo siano anche aggiornati ad omicron. A proposito telegram so a malapena che cosa è, non sono laureato come lo sarai tu, guardo tanti film e mi piace stare all’aria aperta possibilmente senza mascherine

        1. Bene,stai all’aria aperta,e quanto avrai qualche problema di salute(ti auguro mai) vai a farti curare da uno sciamano

  3. Grazie Diego, per aver espresso una Verità che ormai è sotto gli occhi di tutti …importante è avere l’onestà intellettuale di comprendere la manipolazione che ci ha portati alla discriminazione dei cittadini che esprimono una diversa opinione dalla voce unica della scienzahhhh

  4. Che cosa centra in cosa credono gli italiani: quanti credono in Dio in Italia? Eppure neanche l’esistenza di Dio è dimostrabile. Quanti credono in Dio e nella scienza contemporaneamente?

  5. Janine Small, presidente dei mercati internazionali di sviluppo di Pfizer, ha testimoniato lunedì 10 ottobre davanti alla Commissione Covid-19 del Parlamento europeo per conto dell’amministratore delegato di Pfizer, il dottor Albert Bourla, che era stato convocato dalla Commissione ma ha “rinunciato” all’appuntamento.

    Nel corso del dibattito con i deputati, l’olandese Rob Roos, conservatore e fermo oppositore dei passaporti europei Covid-19, ha chiesto alla Small se Pfizer fosse in grado di fornire ai legislatori le prove raccolte (prima di immetterlo sul mercato) che il vaccino avrebbe impedito la trasmissione del coronavirus.

    La Small ha detto che Pfizer non sapeva se il vaccino avrebbe impedito la trasmissione del virus, prima di immetterlo sul mercato. Ma i “passaporti Covid” sono stati rilasciati con la premessa che i vaccinati fossero protetti dalla malattia e potessero socializzare con altre persone senza il rischio di diffondere la malattia, dunque, per bocca dei produttori dei vaccini, possiamo dire che l’imposizione a livello europeo e statale dei passaporti Covid è sempre stata una bugia.

  6. Ridicolo sei con R maiuscola vaccinati pure continua. Visto che le persone ospedalizzate son tutti con terzo e quarto vacino.bravi👏👏👏👏

  7. E tu il tuo amico continuate pure a non vaccinarvi e a rendervi ridicoli tanto nessuno avrà bisogno di voi, poco ma sicuro…

  8. Concordo pienamente con il suo pensiero, in Italia sono tutti bravi a criticare qualsiasi cosa e dare contro a tutto e a tutti, infatti si vede dove stiamo finendo.

  9. Un italiano su 10 è andato da un mago o un guaritore
    I risultati di un sondaggio condotto da Swg. Otto intervistati su 100 pensano che sia possibile comunicare con i morti, altri 26 non lo escludono.
    Ecco il vero problema dell’Italia è L’ignoranza.Facciamo studiare i nostri figli dì Modo che capiscano che Mondo gli abbiamo lasciato…saranno loro che porteranno l’Italia dove merita

    .

  10. Bravi continuate a vaccinarvi fate bene poi capirete col tempo cosa vi hanno iniettato .così vedremo poi chi sarà (quello che ha il cervello torrefatto )

  11. Finalmente!
    Grazie!
    Concordo con il suo pensiero.
    Alla luce delle evidenze scientifiche e delle recenti affermazioni dei dirigenti di Pfizer non si può più fare finta di niente.
    Siamo stati cavie da laboratori

  12. Spero e mi auguro che visto che definisce il covid una pagliacciata che vada a finire in rianimazione intubato almeno proverebbe cosa è in grado di fare il”PAGLIACCIO DI TURNO”

  13. È ormai dimostrato che i tamponi vengono fatti con cicli talmente alti da non distinguere il COVID da qualsiasi altro virus. Sarebbe davvero ora di piantarla con questa storia del COVID per non parlare delle vaccinazioni obbligatorie che sono incostituzionali!

  14. Bravo Diego hai parlato come una bibbia son con tè e confermo quello che hai detto ,ma son talmente ottusi che non capiscono a che cosa andremo incontro se continuano di questo passo.. (tempo al tempo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte