Il Pd sulla querelle interna all’Uv: “Siamo di fronte agli sfoghi di un regime in declino”

“Inaccettabile anche solo l’idea che un movimento politico possa contravvenire al principio costituzionale della libertà di insegnamento". Il Pd interviene sulle accuse lanciate dai vertici dell'Uv all'Assessore Laurent Viérin.
Raimondo Donzel
Politica

“Inaccettabile anche solo l’idea che un movimento politico possa contravvenire al principio costituzionale della libertà di insegnamento". Cosi in una nota il Partito democratico interviene sulle accuse lanciate dai vertici dell’Uv all’Assessore Laurent Viérin, ieri sera in seno al Comité Fédéral.

"Nella difficile gestione della sconfitta elettorale  sul referendum da parte dell’Union Valdôtaine, – scrive Raimondo Donzel del Pd –  anziché emergere una critica sull’operato dell’Assessore all’Ambiente e della Giunta che sono venuti meno all’esigenza di un confronto scientifico richiesto da associazioni e cittadini, si discetta sulle responsabilità circa la presunta necessità di “controllare e sedare la protesta nelle scuole”.

Per il Donzel "siamo di fronte agli sfoghi di un regime in declino. Vogliamo assoluta garanzia, in vista delle prossime elezioni, che nessuna pressione sia esercitata dal parte dell’Amministrazione regionale sulle scuole valdostane e sulla libertà di insegnamento."
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte