In Valle d’Aosta lo switch off avverrà tra il 14 e il 23 settembre 2009

Il considerevole slittamento che tocca la Valle d'Aosta sarebbe dovuto a problematiche emerse in Piemonte, regione abbinata alla Valle d'Aosta nella fase di transizione. La notizia è stata diffusa alla IV Conferenza nazionale sul digitale terrestre.
Politica
In Valle d’Aosta lo switch off, lo spegnimento definitivo della tv analogica, avverrà tra il 14 e il 23 settembre 2009. A rendere noto il cronoprogramma dello switch off in Italia è stato il sottosegretario alle Comunicazioni Paolo Romani in occasione della IV Conferenza nazionale sul digitale terrestre, che si sta svolgendo in queste ore a Roma, e organizzata da DGTVi, l’associazione composta da Rai, Mediaset, Telecom Italia Media, Frt, Dfree e Aeranti-Corallo. Romani, nel rendere noto lo slittamento ha evidenziato che “I cambiamenti sono stati condivisi con tutti i governatori, di qualsiasi colore politico”. I partecipanti, istituzioni, broadcaster e analisti, nei diversi appuntamenti in programma hanno fatto il punto sull’evoluzione della tecnologia, illustrando i vantaggi e indicando le prossime tappe del processo di digitalizzazione.

Lo slittamento della data, prevista inizialmente per il mese di maggio 2009, riguarda tutte le regioni interessate dallo switch off e il considerevole slittamento che tocca la Valle d’Aosta sarebbe dovuto, secondo una nota stampa della Presidenza della Regione “a problematiche emerse in Piemonte, regione abbinata alla Valle d’Aosta nella fase di transizione”.

All’appuntamento di Roma era presente anche il Presidente della Regione, Augusto Rollandin, che nel corso della conferenza ha prospettato la possibilità di usufruire di incentivi per la rottamazione dei vecchi televisori per la sostituzione con apparecchi con il decoder incorporato in alternativa al bonus per l’acquisto di semplici decoder.
Al centro delle attenzioni è stata la Sardegna dove lo switch-off è stato completato alcuni mesi fa e che ha anticipato di parecchio l’operazione che si concluderà nel nostro Paese, come in tutta Europa, nel 2012 .

Il sottosegretario Romani rispatto al passaggio definitivo al digitale avvenuto in Sardegna ha evidenziato come, oltre a moltiplicare l'offerta, il passaggio crei lo spazio per l'ingresso di nuovi operatori nel mercato: la pianificazione delle frequenze realizzata in Sardegna grazie all'accordo tra Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni, ministero e operatori ha consentito “di individuare un dividendo digitale di due frequenze, nonostante alcuni problemi a livello di coordinamento internazionale. Lo stesso – ha concluso il sottosegretario – accadrà nelle altre regioni: anzi, in Valle d'Aosta ci aspettiamo un dividendo maggiore".

Per quanto concerne gli slittamenti presentati, nel Piemonte occidentale lo switch over di Raidue e Retequattro avverrà il 20 maggio, lo spegnimento definitivo tra il 24 settembre e il 9 ottobre. Per la Provincia di Trento la data è quella del 15 febbraio per le due reti e tra il 15 e il 30 ottobre per tutte le altre. Bolzano passerà definitivamente al digitale terrestre tra il 26 ottobre e il 13 novembre. Per il Lazio, switch over di Raidue e Retequattro il 16 giugno, e l’addio all’analogico è previsto tra il 16 e il 30 novembre. Per la Campania, switch over il 10 settembre (solo per Napoli, Salerno e piccole parti delle altre province) e switch off tra il primo e il 16 dicembre.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica