La Renaissance, Girardini presenta il programma. “Nessun accordo con Pour l’Autonomie”

Giovanni Girardini, candidato alla camera per La Renaissance ha presentato nel corso di una conferenza stampa il programma. "Siamo una forza autonomista di centro".
Girardini
Politica

“La Camera si addice di più al mio spirito battagliero”. Giovanni Girardini candidato per La Renaissance spiega così la scelta del “giovane movimento” di prendere parte alla sola competizione elettorale del 25 settembre per la Camera dei deputati. “Abbiamo pensato fosse più opportuno concentrare le nostre forze solo su una sola camera, con questi tempi stretti era difficile trovare i giusti partner con i quali condividere progetti di lungo periodo”. 

Rispolverando il “Ni droite, ni gauche” unionista, il movimento ci tiene a definirsi forza autonomista di centro.
“L’abbiamo dimostrato in Consiglio comunale, dove abbiamo dialogato con tutti in nome del buon senso.  – ricorda Giovanni Girardini – Non facciamo campagna elettorale contro nessuno, siamo per dei progetti, per difendere l’autonomia. Per questo dobbiamo essere molto attenti a non sputare veleno contro qualcuno, perché se qualcuno poi vince le elezioni ci si dovrà dialogare”.

Renaissance Girardini
Renaissance Girardini

Nel programma del candidato deputato valdostano, presentato oggi in una conferenza stampa, c’è la zona franca, una maggiore libertà di determinazione di aliquote e basi imponibile da parte degli enti locali, l’attenzione alla produzione energetica da fonti rinnovabili pulite, senza preclusione al nucleare o ad alternative valide per la gestione dei rifiuti come il termovalorizzatore, azioni finalizzate al trasferimento al demanio regionale di tutte le risorse idriche o territoriali, sostegni finanziari alle zone di confine più esposte ai flussi migratori. Sul fronte fiscale, i temi sono quelli della defiscalizzazione per le attività economiche collegata alle zone di montagna. Sul reddito di cittadinanza, Renaissance chiede una rivisitazione con l’attribuzione solo ai soggetti realmente bisognosi. Renaissance dice poi sì al raddoppio del Tunnel del Monte Bianco e al collegamento intervallivo fra Cervinia e Ayas, “pur tutelando l’ambiente”, ma anche al rilancio del trasporto su binario. Sull’aeroporto, definito “idea infausta e soldi spesi male”, per il movimento va rilanciato per i voli a vela e turistici.  Sui diritti il movimento spiega di voler favorire ogni azione che si ponga nella direzione del contrasto a discriminazioni a livello religioso, sessuale e ideologico.
Renaissance prende posizione anche su Green Pass e vaccini: no a sospensioni e licenziamenti di soggetti non vaccinati e sì a previsioni di tutela della salute generale, che non danneggino le attività economiche.

A sostenere la candidatura di Girardini è il neonato movimento di Esprit, guidato da Mauro Caniggia Nicolotti.
“Anche noi abbiamo partecipato a diversi incontri con altre forze politiche, ma tutte si sono dileguate di fronte alla paura di un vero progetto alternativo” spiega Jean-Claude Daudry. “Il nostro progetto si fonda su alcuni aspetti chiave come l’identità, la cultura e i giovani. Siamo anche moderati, dove moderato per noi è sinonimo di forza”.

Nessun accordo invece in vista con Pour l’Autonomie del candidato al Senato Augusto Rollandin.
“Abbiamo parlato con il mondo in questi 15 giorni – spiega ancora il candidato Girardini –  e lavorato più intensamente con Azione e con Italia al Centro, ma la prima è andata a sinistra e i secondi a destra. In una settimana è difficile costruire un programma condiviso, anche se quello presentatoci da Pour l’Autonomie coincide per tantissimi punti con il nostro. Sicuramente avverrà in questa tornata elettorale un voto disgiunto, ma non c’è nessun tipo di accordo, anche perché noi siamo per la discontinuità e mettere la faccia di Rollandin assieme alla mia farebbe ridere”.

Indicazioni per il voto al Senato al momento La Renaissance non ne dà. “Aspettiamo di vedere i programmi e i candidati”.

Per prendere parte alla competizione elettorale il movimento inizierà domani la raccolta delle 150 firme necessarie.

2 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte