L’asilo nido dell’Usl è salvo, almeno per un anno

Nei prossimi 12 mesi, come spiegato dall'Assessore bisognerà andare a rivedere i costi: "ad esempio l'affitto dei locali che incide del 15%, ipotizzando il trasferimento presso il Beauregard dove ci sono spazi disponibili, prevedendo periodi di chiusura..
L'asilo nido di Courmayeur
Politica

L’asilo nido dell’azienda Usl rimarrà aperto, almeno ancora per un anno. L’annuncio è arrivato questa mattina in Consiglio regionale dall’Assessore regionale alla Sanità, Antonio Fosson. 

Il 10 maggio l’Assessore ha scritto all’azienda Usl esprimendo, infatti, parere favorevole al mantenimento del servizio, "ritenendo importante per il buon funzionamento dell’azienda tale organizzazione, almeno per un anno ancora".

Nei prossimi 12 mesi, come spiegato dall’Assessore bisognerà andare a rivedere i costi: "ad esempio l’affitto dei locali che incide del 15% sui costi, ipotizzando il trasferimento presso il Beauregard dove ci sono spazi disponibili, prevedendo periodi di chiusura come per altri nidi o ancora esaminando altre forme gestionali con lo stesso personale che da tempo vi lavora con ottima qualità". 

Nei giorni scorsi sono arrivate all’Assessore, al Presidente della Regione e ai vertici dell’Usl le 1218 firme raccolte da una petizione lanciata dai genitori. 

Soddisfatto il consigliere di Uvp, Nello Fabbri: "Speriamo che nel giro di un anno si riescano a superare tutte le difficoltà mantenendo la qualità del servizio". 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica