M5S, i Meetup intervengono nella lite fra Ferrero e Cognetta: “Noi non abbiamo capi”

Il Meetup Media Valle risponde ad alcune dichiarazioni rilasciate dal capogruppo del M5S Stefano Ferrero.
Manuel Voulaz
Politica

"I meetup no hanno capi o referenti: né Stefano Ferrero, né Roberto Cognetta, né altri eletti 5 stelle o di altre forze politiche". Così in una nota i tre Meetup Media Valle, Bassa Valle e Aosta e dintorni rispondono ad alcune dichiarazioni rilasciate dal capogruppo del M5S Stefano Ferrero. 

"Le liti interne del gruppo consigliare, ci dispiacciono certo, ma non ci riguardano. Esistono altri organi, interni al MoVimento 5 Stelle per risolvere problemi tra gli eletti ad ogni livello. Non si risolvono certo affidando alla stampa i propri malumori o nascondendosi dietro ad un inesistente “meetup di riferimento”. Invitiamo pertanto il portavoce Ferrero a non alimentare sterili e inutili polemiche, che sono negative per tutti e non servono a nessuno" si legge nella nota dei Meetup.

Il gruppo ricorda di essere "una libera associazioni di cittadini che si occupa di iniziative e progetti all’interno di un certo territorio. I meetup non vengono fondati da politici, non ne sono il braccio operativo o la manovalanza. Sono gruppi di persone che non devono
prendere ordini. Vogliamo ricordare al consigliere Ferrero, che sono i cittadini a scegliere i portavoce e non viceversa: se così non fosse, sarebbe fin troppo facile crearsi il proprio circolo, selezionando solo le persone “comode” e allineate".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica