Primarie centrosinistra: in Valle d’Aosta Bersani al 57,8%, Renzi al 42,2

I votanti al secondo turno sono stati 3.181, il seggio che ha fatto registrare il maggior numero di votanti è stato ancora quello di Aosta Centro, situato in piazza Chanoux, con 787 votanti.
Pierluigi Bersani
Politica

Come già per il primo turno, è leggermente minore rispetto al dato nazionale lo scarto di voti fra Renzi e Bersani. Il segretario del Pd stravince anche in Valle conquistando 1833 voti, pari al 57,8% dei voti validi, mentre Matteo Renzi si ferma a1338 voti pari al 42,2%..

I votanti al secondo turno sono stati 3.181, il seggio che ha fatto registrare il maggior numero di votanti è stato ancora quello di Aosta Centro, situato in piazza Chanoux, con 787 votanti. Al seggio del quartiere Cogne (presso la sede del PD) hanno votato 491 cittadini, mentre al quartiere Dora hanno votato in 179. A Pont Saint-Martin 180, Verrès 130, Chatillon 147, Charvensod 107, Morgex 121 Quart 102.

Per Raimondo Donzel è molto significativa la prova corale del Partito Democratico dal punto di vista organizzativo che ha visto 150 persone impegnate in due domeniche consecutive. "Fondamentale è stato – dichiara Donzel – il rapporto positivo di collaborazione tra i comitati che ha permesso in Valle d’Aosta di far emergere la qualità del dibattitto politico anziché le polemiche personali. La grande affermazione di Bersani in linea con il risultato nazionale, apre anche in Valle d’Aosta una prospettiva di cambiamento sulle proposte e i valori del centrosinistra. Prospettiva che vogliamo costruire insieme ai democratici del comitato Renzi raccogliendo anche il forte segnale di rinnovamento chiesto dai votanti. Sarà indispensabile insieme valorizzare anche l’importante segnale mandato dagli elettori di Vendola. Il PD valdostano e il PSI hanno dimostrato coraggio ad aprirsi ad una sfida elettorale impegnativa. Ora si tratta di costruire un progetto politico alternativo all’autonomismo di destra con le forze politiche, le associazioni e ei movimenti che vogliono il rinnovamento della Valle d’Aosta”.

Fulvio Centoz, coordinatore del comitato Renzi valdostano esprime soddisfazione per la partecipazione alle primarie evidenziando come “anche in Valle d’Aosta, nell’area del centrosinistra, si apre uno spazio che guarda ad una politica liberaldemocratica. Il risultato deve considerarsi molto positivo perchè rafforza tutto il Partito Democratico avendo posto il tema di una sua maggiore apertura. Un ringraziamento particolare va a tutti i valdostani che hanno votato Matteo Renzi e a tutto il comitato che, nato dal niente, ha ottenuto un bel successo. Adesso tutti uniti a lavorare per le elezioni politiche”.
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte