Politica di Silvia Savoye |

Ultima modifica: 5 Maggio 2021 12:26

Quart, una petizione contro l’apertura di una cava di ghiaia in frazione Chetoz

Quart - Depositata in Consiglio regionale una petizione sottoscritta da 99 cittadini. L'iniziativa sottolinea come "l'eventuale inizio degli scavi renderebbe la zona altamente instabile con alto rischio di smottamenti"

Municipio di QuartMunicipio di Quart

Gli abitanti della frazione Chetoz a Quart e Jacquemin-La Plantaz a Nus dicono “No” all’apertura, da parte di privati, di una cava di ghiaia. Nei giorni scorsi è stata depositata in Consiglio regionale una petizione popolare sottoscritta da 99 cittadini. 

L’iniziativa sottolinea come “l’eventuale inizio degli scavi renderebbe la zona altamente instabile con alto rischio di smottamenti”. Secondo quanto ricostruito dai promotori della petizione, visionando i progetti, “gli scavi verrebbero eseguiti a valle dei confini dei terreni coltivati a pascolo andando ad interessare i prati pianeggianti limitrofi alle frazioni, con opera di sradicamento totale delle zone boschive secolari di roveri che da sempre hanno consolidato il terreno circostante”.

I firmatari puntano poi i riflettori sull'”impatto ambientale e visivo dell’opera” e ricordano come “nel sito di prevista estrazione sono presenti depositi glaciali di notevole interesse scientifico ubicati a soli 550 metri sul livello del mare e che potrebbero essere oggetto di visite da parte di istituti scolastici e universitari”.

Infine oltre ai disagi per gli abitanti, i promotori ricordano la presenza nella zona boschiva di caprioli, lepri e cervi “che inevitabilmente perderebbero il loro habitat naturale”.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo