Riforma elettorale, Mouv’ dice “no” all’elezione diretta del Presidente

A dirlo è l'assemblea degli aderenti di Mouv'. La riunione di ieri sera ha visto il ritorno anche Damien Charrance, primo Coordinatore del Movimento.
pegorari
Politica

No all’elezione diretta del Presidente della Regione, sì al Ddl sul lupo. A dirlo è l’assemblea degli aderenti di Mouv’. La riunione di ieri sera ha visto il ritorno anche Damien Charrance, primo Coordinatore del Movimento.

“Nel corso del dibattito, oltre ad un impegno sul territorio in vista delle elezioni comunali della primavera prossima, dopo la relazione del Presidente a Massimiliano Pegorari, il consigliere Elso Gerandin ha illustrato l’attività politica di opposizione in Consiglio Valle. – spiega una nota –  È emersa una generale preoccupazione per il degrado della politica e per una cattiva gestione della cosa pubblica, che si associa ad una situazione economica sempre grave e ad un malcontento diffuso della popolazione”.

L’assemblea ha, quindi, deciso per una “ripartenza nel lavoro di MOUV’ con la ricerca di nuove energie e di maggiori momenti di confronto, rifiutando formule di compromesso in una Legislatura regionale che per logica dovrebbe essere interrotta, dando la parola agli elettori”.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte