Politica di Silvia Savoye |

Ultima modifica: 2 Dicembre 2019 19:26

Spostamento RSA JB Festaz a Variney, tutto rinviato di 6 mesi

Aosta - La decisione è arrivata con una risoluzione, approvata nel tardo pomeriggio di oggi all'unanimità. Il testo impegna la Giunta a presentare entro 180 giorni, sentita la commissione consiliare competente, una proposta di legge di riorganizzazione complessiva dei servizi agli anziani.

Familiari e dipendenti Rsa JB FestazFamiliari e dipendenti Rsa JB Festaz

Rinviata di sei mesi la decisione sul trasferimento della RSA del JB Festaz a Variney. E’ l’accordo arrivato in Consiglio regionale, nel tardo pomeriggio di oggi, dopo una lunga mediazione fra maggioranza e opposizione, con un risoluzione approvata all’unanimità.

Il testo impegna il Governo regionale a presentare entro 180 giorni, sentita la commissione consiliare competente, una proposta di legge di riorganizzazione complessiva dei servizi agli anziani. La V commissione dovrà essere poi coinvolta nel proseguire gli approfondimenti necessari per valutare la scelta proposta, in particolare sulle unità di personale e le professionalità necessarie ed anche sulle soluzioni prospettate per far fronte alle esigenze di trasporto pubblico.
Infine la mozione impegna il Governo e l’Assessore, nella riorganizzazione complessiva dell’assistenza anziani, a condividere e coinvolgere tutti i soggetti interessati in un eventuale progetto di trasferimento.

Nei giorni scorsi era stata depositata in Consiglio regionale la petizione, firmata da 295 tra pazienti e familiari (primi firmatari Elena Pesa e Teresa Falletti), contro lo spostamento a Variney della residenza sanitaria assistita del J.B. Festaz di Aosta. La struttura che ospita non solo pazienti anziani, ma anche persone con malattie neurodegenerative e neurovegetative e oncologiche, anche terminali, conta su “personale altamente qualificato, specificatamente formato per questa tipologia di pazienti” che non è previsto venga utilizzato nella nuova collocazione, secondo i firmatari. Vi sono inoltre casi che “è clinicamente controindicato spostare e pazienti che sarebbero seriamente danneggiati da un cambiamento così radicale”. Le famiglie e i pazienti evidenziano, tra gli altri aspetti, anche le difficoltà a raggiungere Variney con i mezzi pubblici.
Una rappresentanza di dipendenti e familiari era presente questa mattina in Consiglio regionale ed è stata audita dai consiglieri e assessori.

“Questo è un tema che guarda al futuro dei nostri anziani, andremo sempre più in là con l’età e avremo sempre più bisogno di assistenza. Si dovrà valutare quale assistenza sarà necessaria per i nostri anziani – ha ricordato in aula l’Assessore regionale alla Sanità, Mauro Baccega – C’è esigenza di sanità nelle Rsa, di presidi sanitari sul territorio. La nuova micro di Morgex dovrà andare in quella direzione, verso una gestione dell’Usl”.

La mozione era stata presentata da Lega, Mouv ‘e Gruppo misto. “Accade spesso che governo e maggioranza facciano fughe in avanti su questioni che non possono essere dibattute in quattro e quattr’otto”. Il consigliere Claudio Restano ha chiesto al Governo di lavorare, oltre che ad un disegno di legge anche ad nuovo piano socio sanitario.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>