Politica

Ultima modifica: 6 Marzo 2019 15:36

Tav, il “no” di Elisa Tripodi: “Dobbiamo anche essere disposti a far cadere il Governo”

Aosta - A scriverlo la deputata valdostana 5 stelle sulla sua pagina Facebook, che aggiunge: "Il No al Tav fa parte del nostro Dna. Se si rinuncia ad esso, il M5s non ha più senso di esistere”.

Audizione con la deputata Elisa Tripodi

Sulla Tav, il progetto ferroviario Torino-Lione, che sta dividendo MoVimento 5 Stelle e Lega – tra il “No” ribadito da Di Maio e il “Sì” convinto di Salvini – si inserisce anche un po’ di Valle d’Aosta.

Nella fattispecie è la deputata valdostana pentastellata Elisa Tripodi, via Facebook, a prendere una posizione inequivocabile a favore del sottosegretario M5s Stefano Buffagni che giusto ieri su Rai3 dichiarava – come scrive il Fatto Quotidiano nel post condiviso dall’Onorevole valdostana –: “Io non mi occupo di trovare il compromesso. Detto ciò, se bisogna andare a casa perché noi non vogliamo buttare soldi per opere vecchie io non vedo il problema”.

In un post sulla sua pagina ufficiale, ieri, sera, Tripodi (con tanto di “tag” alla sua collega piemontese Jessica Costanzo) scriveva: “Condivido la posizione di Buffagni. Sul Tav dobbiamo anche essere disposti a far cadere il Governo“. Dura la chiusa del post: “Il No al Tav fa parte del nostro Dna. Se si rinuncia ad esso, il M5s non ha più senso di esistere”.

 

Un commento su “Tav, il “no” di Elisa Tripodi: “Dobbiamo anche essere disposti a far cadere il Governo””

  • Vittorio Emanuele Caracci says:

    Questa è la vera anima dei cinque stelle. Opposizione ideologica alimentata dal nulla o da notizie pseudo scientifiche divulgate dai loro capetti per argomentare contro un’opera strategica vitale per il futuro di questo paese.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>