Politica

Ultima modifica: 2 Ottobre 2015 0:00

Uv: due giorni di congresso guardando al passato e al futuro del Mouvement

Aosta - Il Leone rampante celebra domani e domenica i 70 anni Movimento al Grand Hotel Billia di Saint-Vincent. La prima giornata sarà dedicata al ricordo degli ultimo 70 anni mentre domenica occhi puntati "all'avvenire".

Con uno sguardo al passato e uno al futuro sabato e domenica l’Union valdôtaine va a congresso. Una due giorni per celebrare i primi 70 anni del Mouvement che vedrà la riunificazione di tanti ex unionisti.

“L’Uv ha inciso sulla storia dalla Valle d’Aosta negli ultimi 70 anni, non solo politicamente ma anche culturalmente ed è merito di tutti quelli che hanno partecipato alla storia del movimento, per questo abbiamo invitato ex presidenti della Regione e del partito, ex consiglieri” spiega Ennio Pastoret, presidente del Leone rampante. L’Uv ha inoltre esteso l’invito a tutte le forze politiche presenti in Valle d’Aosta. E ad accoglierlo nei giorni scorsi sono stati Alpe e Uvp. "Il congresso dell’Union sarà l’occasione per un confronto ampio e coraggioso, capace di dare voce a tutte le sensibilità politiche, in particolare a quelle che condividono la centralità del pensiero autonomistico" scrivono Alexis Vallet e Alessia Favre.

La prima delle due giornate al Grand Hotel Billia di Saint-Vincent – intitolata “La ragione d’essere” – sarà dedicata al ricordo e alla commemorazione mentre domenica si guarderà all’”avvenire”, come recita il titolo del secondo appuntamento.
Verrà presentato il documento prodotto da un gruppo di lavoro e sul palco si daranno il cambio i vertici del movimento, dallo stesso Presidente Pastoret, al senatore Albert Lanièce, fino al Presidente della Regione, Augusto Rollandin. Al centro del dibattito non mancherà il momento di particolare difficoltà che sta vivendo la Valle d’Aosta che nel prossimo bilancio dovrà dire addio a 70 milioni di euro. 

“Questo processo di impoverimento della regione ci vede seriamente contrariati e avversi – sottolinea Pastoret – l’indebolimento economico diventa un indebolimento politico.  Ci vogliono unità e concordia per far fronte a quest’aggressione nei confronti delle Autonomie.”

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>