Contenuto Pubblicitario

Neomamme: come cambia la vita?

Lasciarsi conquistare da una tutina neonatale è molto facile, ma non bisogna solo guardare all’aspetto tenero e romantico perché quella stessa tutina tanto apprezzata dai genitori potrebbe non essere mai indossata dal bimbo per motivi vari, ad esempio troppo piccola oppure di tessuto non adatto alla stagione.
mother
Pubbliredazionali

Il cambiamento nella vita di una donna inizia dal momento in cui scopre di essere incinta. Per quante differenze ci siano tra donna e donna, ciò che accomuna le neomamme a qualsiasi latitudine è rappresentato dai cambiamenti, corporei e quotidiani, da affrontare. Una vera e propria rivoluzione personale.

I cambiamenti nella vita di una mamma

Si modifica l’intera routine giornaliera, dagli aspetti apparentemente semplici e banali a quelli più importanti e tutto ruota attorno al bambino, alle sue esigenze, alla sua integrazione nella famiglia e al modo in cui ogni membro, mamma in primis, integri i propri bisogni con quelli dell’ultimo arrivato. Attività non semplice, soprattutto per quelle neomamme che, per svariati motivi, non possono contare sul sostegno di nonni o zii.

Notti insonni, sbalzi ormonali, stress, spossatezza, corpo che, oltre alla metamorfosi fisiologica in gravidanza, continua a modificarsi nella fase dell’allattamento, riorganizzazione del lavoro e di ogni aspetto della vita. Naturalmente, ci sono anche cambiamenti positivi e, primo fra tutti, la realizzazione del desiderio di genitorialità, il legame speciale con il bambino, il coinvolgimento di tutte le persone che gravitano attorno ai genitori.

Non meno trascurabile è il piacere, oltre che l’esigenza, di scegliere quelle piccole cose che formano il corredo del neonato, dal passeggino agli abiti, dal biberon ai giocattoli. Comprare vestiti per neonati prevede una certa razionalità onde evitare dispendio di budget acquistando capi troppo piccoli che non possano essere indossati agevolmente. È preferibile seguire alcune “regole” per avere un guardaroba idoneo al bambino e a prova di portafoglio.

Come scegliere i vestiti per il bambino: 9 regole d’oro

Lasciarsi conquistare da una tutina neonatale è molto facile, ma non bisogna solo guardare all’aspetto tenero e romantico perché quella stessa tutina tanto apprezzata dai genitori potrebbe non essere mai indossata dal bimbo per motivi vari, ad esempio troppo piccola oppure di tessuto non adatto alla stagione.

Quali sono le 9 regole da seguire quando si acquistano abiti per i piccoli?

  1. Vestitini facile da curare. Lavaggio e manutenzione devono essere immediati e semplici. Non devono necessitare di stiratura. La neomamma non ha bisogno di aggiungere un ulteriore impegno alle sue abitudini;
  2. Capi scelti in base alla stagione. Comprare abiti per stagioni successive ipotizzando la crescita del bambino potrebbe rivelarsi un errore. Le previsioni possono essere disattese e un abito risultare di dimensioni ridotte;
  3. Prestare attenzione alla qualità dei tessuti che, dopo pochi lavaggi, possono perdere elasticità o sformarsi. Gli abiti di neonati e bambini sono soggetti a lavaggi frequenti. Prediligere tessuti traspiranti, morbidi, anallergici, meglio se in cotone ecologico;
  4. Occhio a bottoni, lustrini, cuciture sfilaccianti, e altri accessori che possano essere adocchiati dal bambino e portati alla bocca;
  5. Evitare l’acquisto compulsivo, ma razionalizzarlo in modo da non ritrovarsi nell’armadio indumenti mai messi e ancora etichettati;
  6. Prediligere abiti comodi, pratici, soprattutto negli anni dell’asilo e della scuola materna;
  7. Comprare abiti elasticizzati, provvisti di orli lunghi, così da poterli adattare alla crescita del bambino;
  8. Se si opta per la lista nascita al fine di indirizzare amici e parenti a regali veramente utili, allora una buona idea può essere includere il buono-regalo da sfruttare nell’arco di un anno nel negozio scelto, così che la neomamma possa acquistare in base alla taglia adatta al piccolo;
  9. Conservare gli scontrini, compresi quelli di cortesia senza prezzo e validi per effettuare cambi merce.

Parola d’ordine per le neomamme: organizzazione

Per affrontare al meglio le prime settimane di vita del neonato è preferibile pianificare quanto possibile, soprattutto se scendono in campo anche forze altrui alleate! Suoceri, genitori, amici, sono i benvenuti quando possono rendersi utili ai neogenitori. Insieme si farà squadra per il benessere di mamma e bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte