Prosegue la nuova profilassi della bronchiolite

La prossima fase è prevista fino a fine gennaio per i bambini nati dal 1° maggio 2023, previa prenotazione telefonica, all'ex maternità. Per i neonati, la profilassi continuerà invece fino a marzo/aprile al Servizio di Pediatria e Neonatologia del Beauregard.
USL - Ex Maternità
Sanità

Prosegue la nuova profilassi della bronchiolite da Virus Respiratorio Sinciziale. La prossima fase è prevista fino a fine gennaio per i bambini nati dal 1° maggio 2023, previa prenotazione telefonica ai numeri 0165 546097 oppure 0165 774655, dalle 8.30 alle 13.

Il farmaco viene somministrato al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della ex Maternità, in via Saint-Martin-de-Corléans, ad Aosta.

Per i neonati, la profilassi prosegue invece fino a marzo/aprile al Servizio di Pediatria e Neonatologia dell’ospedale Beauregard e viene effettuata prima della dimissione dal nido ospedaliero.

Il farmaco utilizzato è un anticorpo monoclonale che, somministrato per via intramuscolare, in singola iniezione, garantisce una protezione dalla malattia con efficacia dell’80 per cento per tutta la stagione epidemica (inverno-primavera).

Non si tratta di un vaccino – spiega l’Azienda Usl in una nota –, quindi non stimola il sistema immunitario ed è subito in grado di attivarsi contro l’eventuale infezione.

La Valle d’Aosta è la prima Regione italiana a offrire questa profilassi a tutti i nuovi nati. “Si tratta di un’importante e innovativa opportunità per proteggere i bambini da un’infezione molto comune e potenzialmente pericolosa che, in una parte non trascurabile di casi, richiede ospedalizzazione e ricovero in terapia intensiva”, chiude l’Usl.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte