Il futuro delle ex Magistrali di via Torino passerà da un concorso di progettazione

Il primo classificato sarà incaricato di occuparsi dei servizi di progettazione definitiva ed esecutiva nonché della direzione dei lavori, del coordinamento della sicurezza e delle prestazioni per antincendio e accatastamento.
Istituto Regina Maria Adelaide di Aosta
Scuola

Ci sono in ballo oltre 2 milioni di euro per chi si aggiudicherà il concorso di progettazione per la ristrutturazione dell’edificio di via Torino ad Aosta, un tempo sede dell’istituzione scolastica aostana Regina Maria Adelaide. Inserita nel totale dei 24.786.863 euro stanziati per la riqualificazione e l’adeguamento sismico delle ex magistrali, la somma fa capo alla programmazione regionale dei lavori pubblici per il triennio 2022/2024 del documento di economia e finanza regionale.

L’ex sede del Regina Maria Adelaide

Dopo lo scarto dell’ipotesi di creare una scuola polmone in Regione Tzamberlet e la decisione di sottoporre le “Ex magistrali” a ristrutturazione riportandone la sede scolastica in pieno centro, lo scorso lunedì 10 ottobre la Giunta regionale ha scelto di optare per la demolizione e la ricostruzione dell’immobile. Maggiormente efficiente dal punto di vista energetico nonché funzionale dalla prospettiva del numero di aule e palestra previsto, una volta restituito a nuova vita secondo modalità e tempistiche ancora in definizione, il plesso andrà a ospitare il Liceo classico, artistico e musicale attualmente sito in Viale Giacomo Matteotti.

Il concorso

Il nuovo concorso di progettazione delle ex scuole superiori aostane sarà lanciato tramite relativo bando nei prossimi giorni e sarà suddiviso in due distinte fasi, la prima concernente le sole bozze di tavola e relazione generiche, che dovrebbe concludersi ad aprile, e la seconda comprendente invece una più specifica indagine di fattibilità tecnico-economica e sicurezza, che si concluderà a settembre con la designazione del progetto vincitore. I partecipanti potranno prendere parte alla gara direttamente online tramite l’utilizzo della piattaforma informatica denominata concorsiawn.it, messa a disposizione dall’Ordine degli architetti della Valle d’Aosta a titolo gratuito.

“Siamo molto soddisfatti che la Regione abbia deciso di coinvolgerci, scegliendo la strada del concorso di progettazione, da noi da tempo caldeggiata, per immaginare un pezzo strategico della città di Aosta nonché un servizio per tutta la comunità – dichiara il presidente dell’Ordine Sandro Sapia -. Nei concorsi di progettazione passati, penso a quello del comparto cittadino Aosta Est o del collegio Saint-Bénin, sono arrivate delle idee innovative e contiamo che così sarà anche questa volta”.

Premi e vincitori

Per il concorso di progettazione di livello pari al progetto di fattibilità tecnico economica e sicurezza, compreso il premio di 30mila euro netti per il primo classificato, sono stati previsti 214.701,32 euro, mentre ammontano a 92.000 euro i premi dal secondo al quinto classificato.

Al soggetto aggiudicatario verranno in seguito affidati i servizi di progettazione definitiva ed esecutiva nonché la direzione dei lavori, il coordinamento della sicurezza e le prestazioni per antincendio e accatastamento per un importo complessivo di 2.230.307 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Scuola

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte