Società di Silvia Savoye |

Ultima modifica: 9 Marzo 2021 12:16

Dietrofront sulle scuole superiori: restano in centro. L’ex “Regina Maria Adelaide” sarà ristrutturato

Aosta - Se all'epoca la scelta dell'allora Giunta fu di delocalizzare le sedi scolastiche al di fuori del centro cittadino, l'attuale Governo regionale mette nero su bianco nel Defr opposta volontà.

Istituto Regina Maria Adelaide di Aosta

Cinque anni dopo la sua chiusura, fra proteste e petizioni, l‘ex sede dell’Istituzione scolastica Regina Maria Adelaide di via Torino torna al centro dei progetti di riorganizzazione delle scuole superiori di Aosta.
Se all’epoca la scelta dell’allora Giunta fu di delocalizzare le sedi scolastiche al di fuori del centro cittadino, l’attuale Governo regionale mette nero su bianco nel Defr opposta volontà. Il documento di economia e finanza regionale, che illustra il quadro generale di finanza regionale ed individua gli indirizzi di bilancio per i prossimi anni, andrà con ogni probabilità in settimana all’approvazione della Giunta.

Secondo quanto trapela, nei piani della Governo regionale, la struttura prefabbricata di via Chabod, da provvisoria diventerà sede permanente del Liceo linguistico e scientifico Bérard. L’immobile ristrutturato di via Torino accoglierà invece in futuro le sezioni musicali e artistico, mentre il Liceo classico sarà collocato nella sede ristruttura di Viale della Stazione. Nel prossimo bilancio saranno stanziate le risorse per la progettazione della ristrutturazione delle ex magistrali.

La scuola di regione Tzamberlet non sarà realizzata, almeno non così come è stata a suo tempo progettata. Potrebbe però diventare quel polmone di una ventina di aule da utilizzare per ruotare le diverse classi, durante i periodi di ristrutturazione, ma anche sede di una o più delle quattro nuove palestre a servizio delle scuole di Aosta, nei programmi dell’attuale Giunta.

L’Istituzione Regina Maria Adelaide aveva traslocato dalla sua storica sede di via Torino nell’autunno del 2016 in quella provvisoria di via Chavanne. Per le ex magistrali, infatti, nell’aprile del 2016 l’allora Giunta aveva ipotizzato una collocazione definitiva nella nuova scuola di Tzamberlet, i cui lavori sarebbero dovuti terminare quest’anno. Il progetto nel novembre del 2018 fu però stoppato dalla Giunta Spelgatti che affidò ad un gruppi di esperti la valutazione sull’opera, anche in relazione al calo demografico.

Di ristrutturazione del Maria Adelaide se ne tornò a parlare quest’estate, quando in vista del nuovo anno scolastico, era sorto il problema di dove dislocare le classi del Liceo Bérard ospitate in via Piave e in via Crétier, a seguito dei lavori da tre anni in corso nella storica sede di viale della Stazione. Dopo una serie di sopralluoghi la scelta era però ricaduta sui moduli prefabbricati, realizzati in tempi record in via Chabod, con un investimento di 6,5 milioni di euro.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo