1° luglio 2009: i valdostani diventano “nuovi clienti” del Casino de la Vallée

Data storica quella di mercoledì 1 luglio. Per la prima volta i residenti valdostani potranno accedere al Casinò in veste di clienti e non solo visitatori. E’ quanto introdotto dalle modifiche al disciplinare sulla gestione del Casinò di Saint – Vincent.
Casinò di Saint Vincent
Società
La data del 1° di luglio del 2009 resterà impressa negli annali della Casa da gioco valdostana”. Comincia così una nota del Casinò de la Vallée nella quale si ufficializza l’apertura delle sale a partire da oggi, mercoledì 1° luglio 2009, anche ai residenti valdostani. Stiamo parlando dell’apertura al gioco: da oggi i residenti valdostani potranno giocare e tentare la fortuna al Casinò della cittadina termale. E’ questo uno degli atti frutto delle modifiche approvate nell’ultimo Consiglio regionale in merito al disciplinare sulla gestione del Casinò di Saint – Vincent.
Le principali novità del documento approvato dall'assemblea consiliare riguardano la quota dei proventi spettanti alla proprietà (Regione 99%, Comune Saint-Vincent 1%), con effetto retroattivo a partire dal 1° gennaio 2009. Si passa infatti dalla precedente quota del 40% per la proprietà all’attuale quota del 10%. Alla Casa da Gioco andrà perciò il 90% dei proventi, la quasi totalità, che sarà utile a ripianare i debiti che la gestione registra. Il Casino Spa verserà così alla Regione una quota pari al 10% degli introiti lordi dei giochi. L’altra novità è rappresentata per l’appunto dalla storica apertura ai giochi all’interno del Casinò ai residenti valdostani.
Dal 29 marzo 1947, quando si pronunciò per la prima volta anche a Saint-Vincent quel “Faites vos jeux!' intercalare tipico dei croupiers nelle sale da gioco, è la prima volta che i residenti valdostani possono a tutti gli effetti essere considerati “clienti”, una nuova veste da segnare sul calendario. Le tipologie di gioco cui potranno accedere i valdostani sono però ben definite: saranno quelle dei Giochi Elettronici, ovvero Slot Machine e Roulette Elettronica, e dei Tornei di Texas Hold’Em, popolarissima variante del Poker.
Anche i locali di gioco non saranno comuni. Per quanto riguarda il Gioco Elettronico, la Sala sarà quella denominata “Slot Circus” all’interno della quale, oltre ad un servizio di Bar, saranno a disposizione dei “nuovi Clienti” del Casinò 120 Slot Machine di ultima generazione, tutte funzionanti con il sistema di ticket elettronico (denominato TITO) e una nuovissima Roulette Elettronica a 8 postazioni. Per quanto riguarda i Tornei di Texas Hold’Em, le sale aperte ai Residenti saranno quelle del Centro Congressi del Grand Hotel Billia, in occasione dei grandi eventi del week-end, e la Sala Privé del Casinò in concomitanza con gli appuntamenti settimanali.

L’ingresso, nel rispetto delle regole vigenti per la Clientela che accede alle Sale giochi, sarà consentito, a titolo assolutamente gratuito, ai soli maggiorenni, previa presentazione di un documento d’identità in corso di validità. Gli orari di apertura saranno dalle 15 alle 2 dal lunedì al giovedì; dalle 15 alle 3 il venerdì; dalle 10.30 alle 3 il sabato; dalle 10.30 alle 2 la domenica; nel mese di agosto, tutti i giorni, dalle 10.30 alle 2 dalla domenica al giovedì,  dalle 10.30 alle 3 il venerdì e il sabato.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte