200mila passaggi in 9 mesi sulla ciclopedonale della Plaine

I dati sono stati registrati da metà marzo a oggi grazie ai due conta-persone installati a Charvensod. Il 2013 riserverà agli appassionati una bella novità: l’apertura di un nuovo tratto, il Brissogne-Quart-Saint-Marcel.
Ciclopedonabile Mont Emilius
Società

200mila passaggi complessivi da metà marzo a metà novembre e quasi 40mila in un solo mese (a luglio e agosto), con un record giornaliero che supera i 2000 passaggi. Sono questi i numeri registrati dai rilevatori che la Comunità montana Mont Emilius ha fatto installare 9 mesi fa su due punti del tracciato della pista ciclopedonale della Comunità montana Mont Emilius.

Un percorso che piace quindi, quello che da Sarre arriva fino a Brissogne, attraversando i territori dei Comuni di Gressan, Charvensod e Pollein con uno sviluppo di una quindicina di chilometri, a cui si aggiunge un anello di 6 km presente nella parte bassa del comune di Fénis, tanto che sul tavolo degli amministratori ci sono diverse ipotesi che porterebbero a un miglioramento e un maggiore sviluppo dell’offerta.

Di sicuro, il 2013 riserverà agli appassionati una bella novità: l’apertura di un nuovo tratto, il Brissogne-Quart-Saint-Marcel. Si tratta di un tracciato, che si collega a quello esistente, con uno sviluppo di 3 km circa, in direzione ovest-est, lungo la destra orografica della Dora Baltea. Un tratto, quello in fase di realizzazione, che sfrutta l’esistente strada sterrata a nord dei campi dei giochi tradizionali di Brissogne e si collega con la riserva naturale di “Les Iles”, a sud del lago orientale dell’area stessa, dove è stato predisposto un percorso molto attento alla specificità del posto, rispettando una serie di prescrizioni dettate dal servizio aree protette. La pista terminerà al campo sportivo di Saint-Marcel. “I lavori che alla data odierna sono stati realizzati al 65% – spiegano dalla Comunità Montana Mont Emilius – e dovrebbero essere conclusi per la prossima estate”.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte