A Brissogne i deflui zootecnici si trasformeranno in energia

A Brissogne è in fase di studio la possibilità di realizzare un impianto di biogas a servizio delle aziende zootecniche locali. L'amministrazione comunale ne ha già discusso con i responsabili della società Biotrust...
Società

A Brissogne è in fase di studio la possibilità di realizzare un impianto di biogas a servizio delle aziende zootecniche locali.
L’amministrazione comunale ne ha già discusso con i responsabili della società Biotrust di Saint Christophe, specializzata nella gestione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Le dimensioni dell’impianto di biogas prospettato dall’azienda permettono di utilizzare i reflui di circa 800 capi bovini, quanti sono quelli presenti nelle 25 aziende zootecniche di Brissogne.
Gli operatori delIa Biotrust preleveranno i liquami prodotti, aiutando così gli allevatori a gestire i reflui del bestiame. Il materiale raccolto, per mezzo della trasformazione batterica, produrrà del biogas, una miscela di gas costituita al 60-65% da metano, per la restante percentuale da anidride carbonica, e per una piccolissima frazione da altri gas.
Il metano, bruciato, alimenterà la produzione di energia elettrica. Grazie a questo processo, inoltre, verrà prodotto del concime.
L’impanto, in fase di progettazione, troverà spazio accanto al carcere regionale.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società