Al via la tre giorni dedicata al volontariato ed alla prevenzione

Sono 44 le associazioni che hanno aderito alla Festa regionale del Volontariato. L'apertura ufficiale è per domani, venerdì 16 ottobre, alle ore 15 in Piazza Chanoux. Nella mattinata prevista conferenza-spettacolo sulla diversità rivolta alle scuole.
Giorgio Scaramuzzino
Società

Concerti, spettacoli teatrali, conferenze, spazi di riflessione, animazione per i bambini e pomeriggi danzanti. Sono gli ingredienti della nona edizione della festa regionale del volontariato che aprirà i battenti domani,venerdì 16 ottobre, alle ore 15 in piazza Chanoux ad Aosta.

Ad arricchire questo momento in cui saranno presenti tutti i rappresentanti degli enti coinvolti nell'iniziativa – CSV onlus, Assessorato regionale alla Sanità, Salute e Politiche sociali, Celva, Comune di Aosta, Azienda USL e la Presidenza del Consiglio regionale – sarà l'intervento musicale della Taxi Orchestra, un gruppo formato da ragazzi diversamente abili, dai loro insegnanti e dagli educatori.Nato a seguito dei percorsi misti dell'Istituto Musicale (SFOM) prende il nome dal mezzo di trasporto con il quale gli stessi componenti raggiungono la sala prova, il taxi per l'appunto.

Alla nona edizione della festa regionale saranno presenti, come di consueto, gli stand delle organizzazioni di volontariato che operano in Valle d'Aosta. Sono 44 nel complesso quelle che hanno aderito e prenderanno parte alla manifestazione dedicata alla solidarietà in Valle d'Aosta.

L'impegno civile e la riflessione sociale sarà protagonista sin dal mattino. Al Théâtre de la Ville quasi 200 studenti delle prime classi delle scuole superiori di Aosta assisteranno alla conferenza-spettacolo dal titolo "Ma che bella differenza – La diversità spiegata ai ragazzi" portata in scena dall'attore drammaturgo e regista Giorgio Scaramuzzino del Teatro dell'Archivolto di Genova.

La produzione teatrale, tratta da "Una bella differenza" di Marco Aime, fine e curioso antropologo, si pone come percorso di conoscenza e di informazione sulla diversità sotto forma di monologo che, attraverso storie di paesi vicini e lontani, vuole far comprendere ed accettare l'importanza della diversità.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società