Allevatori valdostani preoccupati per il ritorno del lupo in Valle

Il ritorno del lupo in Valle d'Aosta preoccupa gli allevatori. 14 sono state le pecore uccise dall'autunno scorso in tre diversi attacchi nella zona di Orvieille di Valsavarenche e altrettante sono scomparse. Avvistamenti...
Società

Il ritorno del lupo in Valle d’Aosta preoccupa gli allevatori.
14 sono state le pecore uccise dall’autunno scorso in tre diversi attacchi nella zona di Orvieille di Valsavarenche e altrettante sono scomparse.
Avvistamenti del predatore sono stati segnalati inoltre anche nella vicina Val di Rhemes e nei pressi dei centri abitati della Valsavarenche.

A denunciare i fatti la sezione ovi-caprina dell’Arev che in una nota scrive ?I nostri allevatori di pecore e capre, alla luce di quanto accaduto e di quanto avviene ormai quotidianamente nelle regioni vicine, sono preoccupati; le zone da sempre adibite a pascolo estivo non sono più sicure.?

Non sottovalutare il problema la richiesta quindi dell’Arev e trovare soluzioni guardando ai nostri cugini oltralpe.
?In Francia ed in Svizzerasi legge ancora nella nota – da molti anni ormai, gli allevatori fanno fronte unico contro un nemico comune: il lupo. Già nel 2001, circa 250 allevatori provenienti da diversi paesi europei si sono riuniti a Nizza per discutere dei gravissimi incidenti, o meglio, delle stragi avvenute sulle montagne. La conclusione è stata unanime: i presenti si sono pronunciati a favore dell’eliminazione dei predatori nelle zone di pascolo?

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte