Aosta, gli esercenti chiedono dei parcheggi a pagamento tra corso Ivrea e via Monte Émilius

A chiederlo al Comune i commercianti della zona. L'idea è quella di "tingere di blu" 19 stalli: 9 a pettine nell’isola centrale all’intersezione con corso Ivrea, 3 in linea dopo la "Casa rossa" e 7 sul lato sud di corso Ivrea a tariffe di 0,80 euro l'ora.
L'incrocio tra corso Ivrea e via Monte Émilius
Società

I parcheggi tra corso Ivrea e via Monte Émilius, ad Aosta, si tingono di blu. La delibera dell’Amministrazione del Capoluogo è di oggi, e prevede l’istituzione di 19 nuovi stalli di sosta a pagamento nella zona, tutti parcheggi precedentemente “liberi”.

Nel dettaglio l'idea è quella di mettere a pagamento i nove posti a pettine contrapposti, in via Monte Émilius nell’isola centrale all’altezza dell’intersezione con corso Ivrea; i tre in linea, sul lato ovest di via Monte Émilius dopo la “Casa rossa” all’incrocio; e altri sette sul lato sud di corso Ivrea, all’altezza dell’intersezione con via Monte Émilius stessa.

Nessuna volontà di “fare cassa”, spiegano dal Comune né un atto a seguito della semi-predonalizzazione dell’Arco di Augusto, dal momento che la richiesta di stalli a pagamento – dal lunedì al sabato con orario 08 – 12 e 14 -18, a tariffa di 0,80 euro l’ora e 0,40 euro per 30 minuti – arriva, si legge in delibera, su sollecitazione dei commercianti della zona.

La conferma arriva dall’Assessore comunale Andrea Edoardo Paron, che detiene la delega alla Mobilità: “È una richiesta che ci è pervenuta dai commercianti dell’area interessata – spiega –, un input che chi lavora intorno all’incrocio ha segnalato al Sindaco dopo un incontro. C’era già stato un caso analogo in via Chambéry, con gli esercenti che via raccolta firme chiedevano l’inserimento di zone con disco orario”.

Delibera che, comunque, deve attraversare il suo classico iter prima di essere applicata: “La questione verrà comunque discussa – chiude Paron –, per l’approvazione ne parleremo prima in Commissione viabilità”.

0 risposte

  1. Mi chiedo se il sindaco Centoz e l’assessore Paron, prendendo la decisione sui futuri parcheggi a pagamento abbiano preso l’occasione per dare un’occhiata alla situazione di degrado in cui versa da troppo tempo ormai via monte Emilius in cui manca un marciapiedi e vi sono parcheggi selvaggi durante tutta la giornata (non è raro vedere mamme con passeggini che devono transitare sulla strada rasentando le macchine posteggiate).
    In via m.Emilius c’è la sede della Polizia Municipale!!!!!!

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Comuni