Autonomia: Perron ?i segnali che arrivano dal Governo non sono incoraggianti?

?Riscrivere assieme lo Statuto speciale" è stato questo l'invito rivolto dal Presidente del Consiglio Valle, Ego Perron, nel corso della cerimonia del 61esimo anniversario dell'Autonomia della Valle d'Aosta e il...
Società

?Riscrivere assieme lo Statuto speciale” è stato questo l’invito rivolto dal Presidente del Consiglio Valle, Ego Perron, nel corso della cerimonia del 61esimo anniversario dell’Autonomia della Valle d’Aosta e il 59esimo anniversario dello Statuto Speciale. ?Una riscrittura necessaria, ha detto Perron, perché le riforme costituzionali degli ultimi anni, ed in particolare quelle del 2001, hanno modificato e reso superate gran parte delle disposizioni dello Statuto”.
Secondo Perron e il presidente della Regione Luciano Caveri, promotori della Convenzione per lo Statuto, approvata dal Consiglio regionale, “occorre ricostruire l’impianto normativo della nostra carta fondamentale regionale ripensando le ragioni della specialità, nel mutato contesto europeo ed internazionale, esaminando le prospettive di sviluppo?.
Il presidente Luciano Caveri nel proprio intervento ha, inoltre, ribadito che il sistema dell’autonomia speciale è ?un esempio da seguire per chi pensa al federalismo come valorizzazione delle potenzialità locali?, e rivolgendosi a quelli che ha definito, ?i nuovi centralisti? sia a Roma che a Bruxelles, ha detto che ?L’autonomia politica è nel dna delle minoranze culturali e linguistiche: le autonomie speciali non si possono quindi ritoccare al ribasso”. Caveri ha poi parlato di nubi scure che si stanno addensando all’orizzonte, per incomprensioni con il Governo centrale e l’Ue, che preoccupano perché sono ?segnali della fine dell’epoca del federalismo e del decentramento?.
Sui problemi delle Autonomie locali ha parlato anche Giacomo Spissu, presidente del Consiglio sardo intervenuto alle celebrazioni. Spissu ha evidenziato che in questo momento le Regioni ad Autonomia differenziata vivono ?una stagione di grande fermento istituzionale, di prospettive ambiziose tese alla riforma degli assi portanti dell’autonomia speciale e del rapporto con lo Stato e di forti preoccupazioni di possibili arretramenti”. Ego Perron ha poi parlato delle celebrazioni sull’Autonomia come di un avvenimento che ?deve diventare un’occasione di riflessione rispetto alla situazione politica attuale e ai futuri scenari, anche se i segnali che arrivano dal Governo non sono incoraggianti per l’avvenire delle Regioni a statuto speciale e delle differenti forme di autonomia?.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte