Cambiamenti climatici, accordo di collaborazione fra il Parco Gran Paradiso e l’Arpa

La collaborazione è legata in particolare ad alcune tematiche: fenologia e produttività degli ecosistemi ed evoluzione della vegetazione alpina, in relazione al clima ed alle modificazioni di uso del suolo.
Società

Il Parco Nazionale Gran Paradiso e l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Valle d’Aosta hanno siglato un accordo quadro di collaborazione per lo svolgimento di attività di monitoraggio e ricerca su tematiche specifiche dell’ambiente alpino.

"Ente Parco ed Arpa Valle d’Aosta già da diversi anni svolgono attività di raccolta dati e studi finalizzati alla comprensione dei fenomeni che interessano gli ambienti alpini della Valle d’Aosta e all’analisi degli impatti del cambiamento climatico sulle loro componenti e sul loro funzionamento – spiega una nota –  in particolare le indagini si concentrano sulle trasformazioni della biodiversità animale e vegetale e la relazione con le dinamiche naturali degli ecosistemi e dall’evoluzione degli habitat".

La collaborazione è legata in particolare ad alcune tematiche: fenologia e produttività degli ecosistemi ed evoluzione della vegetazione alpina, in relazione al clima ed alle modificazioni di uso del suolo. I due enti in particolare metteranno a reciproca disposizione dati e informazioni in loro possesso, collaborando ad attività di ricerca e monitoraggio, e sviluppando procedure e protocolli comuni per il rilievo, l’analisi e l’interpretazione di dati.

La collaborazione potrà prevedere la realizzazione di rilievi sul territorio, l’acquisizione di dati telerilevati e la realizzazione di siti specifici di monitoraggio per la misura automatica di parametri ambientali di interesse, nonché l’analisi dei dati rilevati o in possesso delle parti.

Nel periodo di validità dell’accordo, fissato in prima battuta in tre anni, gli enti valuteranno inoltre la possibilità di sviluppare progetti congiunti da sottoporre a richiesta di finanziamento in ambito europeo o nazionale.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società