Società di Orlando Bonserio |

Ultima modifica: 24 Febbraio 2020 16:45

Chiusura Golf Les Iles, si cerca una soluzione tampone

Brissogne - Verrà aperto un bando per la concessione per il 2021, ma intanto il Comune cerca una soluzione per la struttura che comprende anche la piscina scoperta ed un ristorante e circa 200 iscritti al circolo.

Il sito internet non esiste più, la pagina Facebook neppure, i cancelli sono chiusi così come la Pizzeria Ristorante Aldente. La rescissione “in danno”, qualche settimana fa, da parte della società Ludus del contratto per il Golf Les Iles crea un buco nella gestione del polo sportivo che costringe le amministrazioni alla ricerca immediata di una soluzione.

“Il Comune sta cercando di occuparsi delle aree e delle attrezzature, non appena ne torneremo in possesso vedremo di trovare una soluzione tampone per quest’anno. C’è urgenza”, commenta il sindaco di Brissogne Bruno Menabreaz. “L’idea è di riaprire al più presto il golf, la piscina ed il ristorante, ma al momento non sappiamo ancora i tempi. Al più tardi torneremo in possesso della struttura il 30 aprile, ma è una data che noi non accettiamo: il golf è una struttura viva, non possiamo lasciarla degradare altrimenti sarebbe un danno. Per l’anno prossimo apriremo poi un bando che privilegerà chi si proporrà di sviluppare maggiormente l’area”.

Alla base della rescissione del contratto c’è un lungo contenzioso sui lavori effettuati dalla Ludus sugli impianti – mai ripagati dalle amministrazioni – e sulla conseguente decisione di non pagare gli affitti per rientrare dei costi: “C’è una sentenza di primo grado che dà ragione a noi, ma so che la Ludus ha fatto ricorso”, annuncia Menabreaz.

Al circolo golfistico, aperto una decina di mesi all’anno, erano circa 200 gli iscritti, di cui un centinaio proveniente da fuori Valle: molti di questi probabilmente si iscriveranno più vicino a casa, mentre gli altri resteranno in attesa di sviluppi. Da parte degli ormai ex gestori del golf non ci sono dichiarazioni, ma la scelta è stata sicuramente dolorosa, arrivata dopo una quindicina d’anni. Oltre alle nove buche del campo, la struttura comprendeva la piscina scoperta ed il lago, nel quale venivano praticati tanti sport come le immersioni, la barca a vela, la canoa, il triathlon.

Quella del Golf Les Iles non è solo una struttura sportiva, ma un’area nella quale si era sviluppata la biodiversità con la presenza di diverse specie di uccelli, libellule, anfibi e piante e fiori ed un costante impegno ecologico: dopo il riconoscimento di Federazione Italiana Golf  “Impegnati nel verde” nel 2015 per il Recupero ambientale e nel 2017 per la Biodiversità, per il circolo di Brissogne nell’agosto del 2019 era arrivato un altro importante riconoscimento di livello mondiale per la capacità di coniugare il golf al rispetto ed alla protezione dell’ambiente, la Certificazione Ambientale GEO conferita dalla GEO Foundation e che solo altri dodici prestigiosi circoli in Italia possono fregiarsi di avere.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>