Cinque cittadini illustri per Courmayeur: Flick cita Chanoux

Courmayeur ha cinque cittadini in più. Si è svolta martedì 18 agosto la cerimonia per il conferimento delle cinque cittadinanze onorarie a Franco Bassanini, Francesco Saverio Borrelli, Giuseppe De Rita, Giovanni Maria Flick e Piero Savori.
La Consegna della cittadinanza onoraria
Società
La piazza del Jardin de l’Ange di Courmayeur, nel pomeriggio di ieri, martedì 18 agosto, si è riempita di gente per festeggiare i cinque nuovi cittadini di Courmayeur. Il Consiglio comunale ha infatti deciso di attribuire la cittadinanza onoraria a cinque persone che da molti anni vivono e frequentano Courmayeur. Persone che con la loro vita e con il loro operato hanno contribuito alla crescita della cittadina ai piedi del Bianco. I cinque insigniti sono: Franco Bassanini, Francesco Saverio Borrelli, Giuseppe De Rita, Giovanni Maria Flick e Piero Savoretti. La cerimonia è durata in tutto circa mezz’ora, e si è aperta con il discorso del sindaco, Fabrizia Derriard: “Per noi è un onore avervi come concittadini e sapere che Courmayeur è anche la vostra casa”.
Erano tutti presenti tranne Bassanini, che in questi giorni è in vacanza in Toscana con suo nipote. Particolarmente emozionato è apparso l’ex pm Borrelli. “Invecchiando sto diventando sempre più sentimentale – ha detto – Quest’onorificenza mi riempie di gioia, amo Courmayeur e le suo montagne di un amore quasi fisico, ma è stata una sorpresa, anche perché a parte pagare l’Ici non ho mai fatto nulla per Courmayeur”. Tutti gli insigniti hanno ribadito la loro gioia nell’accettare la cittadinanza onoraria. Flick ha ringraziato citando Emile Chanoux: “Condivido in pieno una bella pagina di Chanoux, quando diceva che gli uomini delle valli vogliono essere artefici non di separazioni ma di unioni”. De Rita ha sottolineato il suo antico legame con Courmayeur “nella mia casa del Biolley ho cresciuto otto figli e ora i miei 14 nipoti”. Troppo emozionato Savoretti, classe 1921, al suo posto ha parlato la moglie Nina.
Il sindaco Derriard ha consegnato ai cinque una targa di legno che richiama la forma del Bianco. Alla cerimonia ha preso parte anche il presidente Augusto Rollandin: “Voglio complimentarmi con il Consiglio di Courmayeur per aver deciso di conferire queste cinque onorificenze, è un onore per tutti noi”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte