Dalla fine del 2010 al Beauregard sarà possibile donare il sangue del cordone ombelicale

Secondo quanto riferito dall’assessore alla Sanità, Albert Lanièce in Consiglio Valle, sono state completate le procedure di acquisizione del materiale di prelievo e sono state definite le procedure le modalità di trasporto tre volte la settimana.
L'ingresso dell'ospedale Beauregard di Aosta
Società

Entro la fine dell’anno, cioè poco più tardi rispetto al previsto, all’ospedale Beauregard di Aosta sarà possibile raccogliere le cellule staminali del cordone ombelicale. Secondo quanto riferito dall’assessore alla Sanità, Albert Lanièce in Consiglio Valle, sono state completate le procedure di acquisizione del materiale di prelievo e sono state definite le procedure le modalità di trasporto tre volte la settimana.

“Sono già state avviate le iniziative di formazione per i professionisti – ha sottolineato Lanièce – per il corretto reclutamento delle donne in gravidanza, la raccolta dei dati e e per la definizione dell’idoneità alla donazione del sangue cordonale secondo quanto prevede la legge”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte