David Cerquetti ha composto la colonna sonora del film “Buio come il cuore”

Il giovane compositore valdostano, stabilitosi a Los Angeles, ha composto interamente la colonna sonora del film diretto da Marco De Luca, prossimamente in uscita, per cui ha collaborato anche con il cantante Lorenzo Licitra.
David Cerquetti
Società

“È il primo lungometraggio italiano per cui compongo interamente la colonna sonora ed è anche la prima volta che ho registrato con un’orchestra intera, di 62 elementi, al di fuori di un ambito accademico…È un sogno che finalmente si è realizzato”. David Cerquetti, compositore classe ’98 originario di Saint-Christophe ma ormai stabilitosi a Los Angeles, commenta così l’uscita in anteprima dal 23 febbraio su Spotify e tutte le piattaforme digitali dell’album Buio come il cuore. 

Colonna sonora del film omonimo, prossimamente al cinema, diretto da Marco De Luca e scritto insieme a Claudio Masenza, l’album presenta 21 brani in totale. La prima traccia, con testo di Emilia Gozzano e inclusa nei titoli di coda del film, si chiama Buio ed è interpretata da Lorenzo Licitra, già vincitore dell’edizione 2017 di X Factor Italia, concorrente di Tale e Quale Show 2023 e attualmente impegnato come protagonista nello spettacolo teatrale Jesus Christ Superstar. “È un’altra ‘prima volta’ in cui mi lancio nel mondo pop a livelli così alti: avevo già scritto canzoni pop prima, ma non avevo mai lavorato con un artista sotto etichetta di questo livello. Devo dire che si è rivelato impegnativo, ma sono soddisfatto del risultato”.

Il lancio della colonna sonora segue alla sua esecuzione del vivo in occasione dell’evento “Opus Next”, organizzato da K17 il 10 febbraio a Los Angeles, presso i The Village Studios, insieme a Marco Beltrami e Harry Gregson Williams — quest’ultimo, compositore della colonna sonora delle Cronache di Narnia. Le musiche, edite da Bixio SAM e pubblicate su etichetta Cinevox Record, sono state registrate presso il Teatro Verdi di Firenze ed eseguite dall’Orchestra della Toscana, grazie al sostegno di Toscana Film Commission e dell’Accademia Chigiana di Siena. 

In Chigiana David ha studiato nella classe di Composizione di Salvatore Sciarrino, con il quale dal 2021 collabora come assistente didattico per il corso di film scoring. “La mia occupazione principale è quella di compositore, per ora preferisco insegnare solo per periodi brevi. Quest’estate sono stato invitato a luglio a Pechino, dove insegnerò orchestrazione in un corso di musica per film”. 

David Cerquetti
David Cerquetti

Alle spalle, David ha ormai una invidiabile lista di credits su produzioni internazionali come Ballerina, spin off della famosa saga di John Wick (orchestratore), The Space Race, documentario di National Geographic (musiche addizionali) e molti altri. “È un lavoro dove non c’è un attimo di pausa, un vero e proprio business, in cui l’aspetto delle pubbliche relazioni è tanto importante quanto quello musicale. È bello però sapere che tutti i sogni si stanno pian piano avverando…L’unica cosa che mi rimane è il film americano con musiche mie!”. 

Registrazione
Registrazione con l’orchestra

Nell’attesa, David ha contribuito anche come arrangiatore per alcuni brani della colonna sonora della serie televisiva RAI Mameli: Il ragazzo che sognò l’Italia con i compositori Giuliano Taviani e Carmelo Travia e firmato le musiche del suo secondo lungometraggio italiano, La Volpe e l’Uva, con regia di Piermaria Cecchini, per cui ha rinnovato la collaborazione anche con Lorenzo Licitra. Il coinvolgimento nella la serie Mameli, presentata anche al Festival di Sanremo Sanremo e in onda in prima serata su Rai 1, è un altro traguardo per David. “Per la prima volta ho collaborato nel dipartimento musica della Rai a livelli così alti su un prodotto commerciale di questo peso”. 

Ormai ambientatosi a Los Angeles e in costante viaggio per portare avanti le sue attività, David immagina il rientro in Italia, ma in un futuro per ora lontano. “Più sto fuori più realizzo quanto l’Italia sia bella e penso che rientrerò in futuro. Lo stile di vita è senz’altro migliore, ma le opportunità lavorative dove vivo adesso sono molte di più”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte