Società

Ultima modifica: 19 Giugno 2018 16:26

E’ pronto il disegno di legge contro i disturbi dell’apprendimento

Aosta - In Valle 148 alunni su circa 14mila sono affetti da disturbi di questo genere, primi fra tutti la dislessia e la disgrafia. La legge metterebbe in atto i percorsi riabilitativi adatti ai ragazzi sia in ambito scolastico che extrascolastico.

Sono solo lo 1% della popolazione scolastica, ma gli alunni con disturbi specifici di apprendimento sono aumentati in questi ultimi anni. Guardando i dati delle scuole valdostane su 14522 studenti nel 2008, 148 erano affetti da disturbi di questo genere, primi fra tutti la dislessia e la disgrafia.

Per questo motivo, la Giunta regionale oggi, venerdì 13 febbraio, ha deciso di intervenire con un disegno di legge, che dovrà essere approvato dal Consiglio Valle, per trovare i percorsi riabilitativi adatti ai ragazzi sia in ambito scolastico che extrascolastico.

Verrebbe così istituito un comitato tecnico – scientifico costituito dagli assessorati all’istruzione e alla sanità, dall’Usl, dall’Università della Valle d’Aosta e dall’Agenzia del lavoro per coordinare le azioni. “La peculiarità di questo sistema – ha dichiarato l’assessore all’Istruzione, Laurent Viérin – è di coinvolgere sia il sistema dell’istruzione che quello della formazione e dei percorsi integrati”.
“Al Senato – ha aggiunto il presidente della Regione, Augusto Rollandin – da tempo è fermo una proposta su questi aspetti. Facendo un’analisi comparata sui due testi, si vede che il nostro è senz’altro più avanzato”.

L’obiettivo del disegno di legge è di individuare precocemente gli alunni a rischio per mettere a loro disposizione, tra l’altro, tecnologie informatiche e multimediali capaci di sostenerli nell’apprendimento. Bambini e ragazzi affetti da questi disturbi, inoltre, potranno essere dispensati da alcune prestazioni non essenziali e verrà data loro la possibilità di disporre di tempi più lunghi di quelli ordinari. Anche per le famiglie sono previste azioni mirate: ad esempio la possibilità di ottenere orarti di lavoro flessibili e il sostegno per progetti di supporto al percorso scolastico, formativo ed extrascolastico.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>