E’ ufficiale il NO del Consiglio Europeo alla benzina ?agevolata?

E' un parere, scritto inviato dall'Esecutivo comunitario al Consiglio europeo, a dare ufficialità a quelle che fino a poche ore fa erano voci di corridoio non confermate. La Commisione europea ha detto ?no? alla benzina agevolata...
Società

E’ un parere, scritto inviato dall’Esecutivo comunitario al Consiglio europeo, a dare ufficialità a quelle che fino a poche ore fa erano voci di corridoio non confermate. La Commisione europea ha detto ?no? alla benzina agevolata per Valle Aosta, per le province di Trieste e Gorizia e dei 25 comuni della zona confinaria della provincia di Udine. Ancora in sospeso il verdetto sulle agevolazioni per il carburante da riscaldamento in Valle d’Aosta.
Lo sconto per la benzina in Friuli Venezia Giulia rimane perché si tratta di una riduzione sul prezzo alla pompa e non sulle accise.
La notizia ha creato sgomento nei valdostani e non sono mancate le prime prese di posizioni, oltre a quelle del presidente della Regione Luciano Caveri
La polemica, infatti, nei confronti della metodologia adottata dal Commissione Europa è arrivata anche dalla Casa delle Libertà in una nota del capogruppo regionale, Dario Frassy, che evidenzia come “il diniego della Commissione Europea denota la scarsa attenzione con cui Bruxelles affronta le questioni regionali e la distrazione con cui il governo Prodi ha seguito la vicenda”.
Frassy sottolinea poi che “Non va dimenticato che l’esenzione fiscale sui carburanti, oltre ad essere un blando sostitutivo della Zona Franca statutariamente sancita, rientra anche a pieno titolo tra le misure, promosse anche dalla politica regionale dell’Unione europea, per favorire lo sviluppo delle zone di montagna”.
Per discutere sulla questione oggi il presidente della Regione Luciano a Caveri è a Bruxelles, così come Dario Frassy.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società
Società