Eccellenza, sfida al vertice: l’Aygreville mantiene la testa

Gli uomini di Giorgio Benedetti agguantano il 2-2 a tempo ormai scaduto, gelando i piemontesi dello Sporting Bellinzago, che restano secondi in classifica. Continua l'imbattibilità dei valdostani, che si mantengono in vetta a +2.
Aygreville
Società

Un punto raccolto così vale come una vittoria e a testimoniarlo è stata la lunga esultanza dell’Aygreville, dopo il triplice fischio dell’arbitro. Il merito dei valdostani è stato quello di continuare a spingere quando i loro avversari, negli ultimi dieci minuti, erano visibilmente in debito d’ossigeno.

Per le Aquile la partita di ieri, all’Oscar Rini di Villeneuve, si è subito messa male. Lo Sporting Bellinzago, provincia di Novara, dopo l’ottavo del primo tempo era già sopra per 2-0. Al 5′ ci ha pensato Marco Massara, che con un colpo di testa su calcio d’angolo da destra ha insaccato sul secondo palo.

Tre minuti dopo, complice un rapido capovolgimento, Simone Soncini ha sorpreso il portiere dell’Aygreville Federico Gini con un pallonetto velenoso che sembrava destinato fuori. Sotto di due gol, i valdostani hanno subito l’iniziativa dei piemontesi che più volte si sono fatti sotto. Al 22′, per esempio, Massaro, solo davanti al portiere, spreca allungandosi la palla verso l’interno.

Il primo tempo, dunque, si chiude con qualche fallo di troppo, con mister Benedetti espulso per proteste e con la formazione valdostana che quasi non si è mai fatta vedere davanti, non fosse per un paio di colpi di testa fuori misura di Javier Lopez.

Nel secondo tempo la musica sembra la stessa, non fosse che l’Aygreville, al nono minuto, è cinico a raccogliere l’unica buona occasione offerta dai numi del pallone. Punizione centrale al limite dell’area, un paio di giocatori fingono di battere e corrono via, lasciando sul pallone Andrea Caputo che colpisce basso alla destra di Marco Murriero: 1-2.

Poi è di nuovo Bellinzago. Al 21′ Gini fa il miracolo su una girata ravvicinata di Antonio Violi e dieci minuti dopo Matteo Leto Colombo prova anche lui la palombella, che questa volta però si ferma sul palo. La trama della piacevole partita svolta verso il 35′, quando i piemontesi non hanno più gambe e l’Aygreville si trasferisce in pianta stabile nella loro metà campo.

L’assedio, va da sè, è confuso, ma si concretizza al primo minuto di recupero. Una punizione dalla tre quarti destra dei valdostani viene ribattuta tra i piedi di Pierpaolo Masi, che con un destro teso batte verso il sette: palla sotto la traversa che rimbalza in rete. La partita si chiude, quindi, sul 2 pari e il punto a testa lascia invariate le gerarchie precedenti. Primo ancora l’Aygreville a 19 punti, il Bellinzago segue a 17. 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte