Energia elettrica meno cara per i valdostani. La Cva propone da gennaio riduzioni del 10%

Potrà costare il 10% in meno l'energia elettrica in Valle d'Aosta per le utenze per le prime case, oltre a un bonus una tantum di 30 euro per la prima attivazione. La proposta commerciale è della Compagnia valdostana...
Società

Potrà costare il 10% in meno l’energia elettrica in Valle d’Aosta per le utenze per le prime case, oltre a un bonus una tantum di 30 euro per la prima attivazione.
La proposta commerciale è della Compagnia valdostana delle acque che, grazie alle liberalizzazioni, a partire dal 1° ottobre prossimo potrà iniziare a raccogliere le adesioni da parte delle famiglie interessate. Gli sconti effettivi partiranno soltanto da gennaio 2008 perché, come ha spiegato Paolo Giachino, direttore commerciale di CVA, ?l’Authority deve ancora fornire il quadro completo della normativa?.

Secondo Giachino, la proposta commerciale è molto vantaggiosa visto che ?altri operatori che si stanno attivato a livello nazionale lancio sconti che al massimo arrivano al 4,17%?.
In Valle d’Aosta le utenze interessate sono 99 mila di cui circa la metà sono seconde case. Anche per questi soggetti sarà possibile fruire di uno sconto del 5%.
?La riduzione del costo dell’energia – ha annunciato il presidente di Cva, Augusto Rollandin – sarà possibile grazie a un risparmio che la nostra società realizzerà nelle modalità di gestione e nell’ottimizzazione dei canali di attivazione delle forniture?.

?La proposta presentata oggi – ha affermato il presidente della Regione Luciano Caveri – è un risultato ottenuto dall’intero sistema Valle d’Aosta perché si è trattato di uno sforzo corale di tutti gli attori in gioco?.

Intanto l’amministrazione regionale sta lavorando per ulteriori riduzioni del costo dell’energia. Abbiamo istituito un gruppo di lavoro – ha dichiarato l’assessore alle finanze Aurelio Marguerettaz – per elaborare un disegno di legge che potrebbe favorire, in modo particolare, le fasce deboli della popolazione o le utenze nei contesti di montagna.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società