Esenzione ticket per il reddito, arriva il nuovo certificato

Le persone in stato di disoccupazione devono munirsi del tesserino di durata annuale che verrà richiesto ad ogni visita e prestazione. L'Usl ha comunicato quali documenti sono necessari per ottenere il certificato.
Sede dell'USl della Valle d'Aosta
Società

Dal 1° luglio 2011 cambiano le regole per certificare l’esenzione dal ticket in base al reddito per visite ed esami specialistici. Invece dell’autocertificazione al momento della prenotazione, come si è fatto finora, occorre munirsi di un certificato, un documento che verrà rilasciato in una delle varie sedi dell’ufficio di scelta e revoca dell’azienda Usl.
Il certificato, noto come "tesserino di esenzione E02”, serve ai medici per indicare su ricette e impegnative, in un apposito spazio, il codice di esenzione economica nazionale. In assenza di questa indicazione l’assistito sarà tenuto al pagamento del ticket sanitario. Il documento sarà valido per un anno a partire dalla data di emissione.

Niente più code, quindi, ad ogni visita o prestazione, per richiedere l’esenzione.
A partire dalla fine di giugno si potrà andare negli uffici a Morgex, Aosta, Chatillon, Verrès o Donnas, a seconda del distretto sanitario, con il proprio documento di identità e quello dei familiari a carico, la propria tessera sanitaria e quella di tutti i familiari che beneficeranno di un analogo certificato. Dopo avere compilato un’autocertificazione si avrà diritto al tesserino.

Possono avvalersi dell’esenzione le persone in stato di disoccupazione, e non le persone inoccupate, ovvero coloro che non hanno mai svolto attività lavorativa.
Tutte le autocertificazioni naturalmente saranno sottoposte a controllo da parte dell’Azienda USL.
 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società