Fénis: pagamento simbolico per l’Ici per alcune attività artigianali

Il Consiglio comunale ha previsto il pagamento simbolico per quei proprietari che, sulla base del nuovo PRGC, usciranno dall’area artigianale, che sarà dimezzata, e ricadranno in quella agricola. Sciolto il corpo volontario delle Guardie ecologiche.
Una veduta di Fénis
Società
Si è sciolto il corpo volontario comunale delle Guardie ecologiche di Fénis, gruppo attivo dal 1982. L’ufficializzazione è stata data in occasione del Consiglio comunale dei giorni scorsi. Si tratta in particolare di un gruppo di una quindicina di figure attive. Lo scioglimento, così come per tutti i comuni della Regione, è dipeso dalla normativa vigente, in quanto non risulta più possibile vedere riconosciuti questi volontari, come per il passato, con lo status di agenti di pubblica sicurezza.
 
Tra gli altri argomenti discussi durante l’Assemblea cittadina anche la riduzione dell’Ici, proposta dal gruppo di minoranza “Fénis dans le Coeur”, per la zona “D” artigianale del paese non essendo questa dotata di alcuna opera di urbanizzazione. La maggioranza non ha approvato tale linea ma ha proposto e votato una delibera che che contempla il pagamento simbolico per quei proprietari che, sulla base del nuovo PRGC, attualmente al vaglio degli uffici competenti regionali, usciranno dall’area artigianale, che sarà dimezzata, e ricadranno in quella agricola. Resta invece invariato, così come promosso inizialmente dal tavolo di lavoro consiliare, l’importo per coloro che resteranno nell’area artigianale, previsto in 14 euro al metro quadrato, un prezzo comunque già ridotto di oltre un quarto del suo valore. “Siamo consapevoli della situazione – ha precisato il Sindaco Fabio Cerisema non possiamo proprio prevedere, così come stabilisce la Legge Bersani, l’esenzione dell’Imposta Comunale sugli Immobili. E’ giusto sottolineare che, comunque, è in progetto la realizzazione di una serie di interventi a favore di quest’area”.
In chiusura è stata approvata invece all’unanimità la mozione della minoranza sulla manutenzione degli impianti di illuminazione pubblica acquisiti da CVA. La delibera impegna Sindaco e Giunta a stipulare una convenzione con la Deval per gli interventi di messa in sicurezza degli impianti. In campo energetico le risultanze relative alla produzione della centralina idroelettrica comunale segnano una produzione di 28milioni di Kw/h nel 2008, "risultato già raggiunto in questi primi mesi dell’anno" ha precisato il primo cittadino che che stimato per il 2009 il raggiungimento di 50milioni di Kw/h.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte