Galleria 

Festival del Cinema di Venezia, sul red carpet sfilano anche gli abiti di Fabio Porliod

Alla 79ª edizione della Mostra internazionale d'arte cinematografica sono state diverse le creazioni dello stilista valdostano che il pubblico ha potuto ammirare. 
Società

Dopo Cannes, Fabio Porliod arriva anche sul red carpet di Venezia. Alla 79ª edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica sono state diverse le creazioni dello stilista valdostano che il pubblico ha potuto ammirare.

Martedì 6 settembre, la prima a vestire Porliod è Martina Bandi, modella ed influencer milanese, già protagonista di video musicali e campagne pubblicitarie. Bandi ha indossato un abito nero disegnato appositamente per lei: un corpetto di tulle ricamato con scollatura
all’americana aperto sul davanti ed una gonna arricciata con spacco
vertiginoso ed un leggero strascico.

Il giorno dopo è toccato a Francesca Giuliano. Non è la prima
volta che Porliod veste la modella curvy, infatti aveva già curato il
suo look per il festival del cinema di Roma nel 2019 e per il festival
del cinema di Cannes quest’anno. La Giuliano, protagonista anche del
programma tv “Avanti un altro” condotto da Paolo Bonolis, ha indossatp un abito nero a sirena interamente di pizzo, con profonda scollatura e
lungo strascico. Ai lati è stato inserito un microtulle color carne per
dare l’effetto del nude.

Giovedì 8 settembre è toccato a Benedetta De Luca, creator,
influencer e scrittrice. Benedetta, nata con una rara malformazione
congenita grazie ai social ha preso coscienza di se’ e della positività
che può trasmettere; crea contenuti per comunicare e divulgare un
messaggio di inclusione e di sensibilità verso alcuni argomenti che vive
sulla sua pelle. In questa occasione Porliod ha creato un abito con un
corpetto di paillettes multicolor e profonda scollatura mentre per la
parte inferiore ha optato per una gonna a pieghe in duchesse fucsia con
un leggero strascico.
Infine venerdì 9 settembre sul Red Carpet  sono salite Giulia Cavaglià e Selvaggia Roma. La prima, ex tronista di Uomini e Donne ed influencer con più di 500 mila followers, ha indossato una jumpsuit bianca con un corpetto senza spalline creato da delle strisce di ecopelle intrecciate mentre il pantalone molto ampio è in crepes con un effetto vedo non vedo reso ancora più particolare dalle tasche.
Selvaggia Roma, personaggio tv ed influencer con 1 milione di followers
ha indossato invece il famoso abito di Porliod: il cigno Nero, realizzato però per l’occasione nel colore rosso. Un abito con corpetto a maniche lunghe creato con delle strisce intrecciate e sulle spalline vediamo dei
capelli cuciti. La gonna corta davanti e con lo strascico nella parte
posteriore è stata realizzata con 125 metri di tulle.

Sempre venerdì 9 settembre in occasione del Party Campari adiacente al
Festival del Cinema di Venezia, Porliod ha vestito anche Federico Chimirri, influencer, dj e sesto classificato nell’ultima edizione di Masterchef Italia, nonché fidanzato di Giulia Cavaglià. Chimirri ha indossato a una jumpsuit nera con scollo a smoking tutto borchiato.

“Per me è stata un’esperienza incredibile. Mai avrei pensato di vedere
così tanti abiti miei in un unico Red Carpet.  – evidenzia Fabio Porliod – E’ un traguardo davvero importante. Poi è successo davvero tutto senza che me ne rendessi conto”.

Nel giugno scorso Fabio Porliod ha vinto il  Fashion Factor di Dubai come miglior stilista di abiti da sera. Ha inoltre vestito nei mesi scorsi Cicciolina per la serata finale dell’Isola dei Famosi in onda su
canale 5 e a luglio l’influencer Chiara Facchetti per il giorno del
matrimonio. Ad agosto la sua linea streetwear è stata indossata da
Elisabetta Canalis durante le sue vacanze a Porto Cervo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte