Girotondo dell’amicizia, al via la sesta edizione

Il progetto comprende diverse iniziative che fanno parte integrante del progetto “Star bene insieme”, nato per promuovere l’inclusione di tutti gli alunni e la conoscenza delle diverse culture.
Il girotondo dell'amicizia
Società

Parte la stagione interculturale dell’istituzione scolastica Evançon 2, con il consueto appuntamento del “Girotondo dell’amicizia”, giunto alla sesta edizione. Il titolo della rassegna degli eventi proposti quest’anno è “Mangiare, insieme è più bello”, con l’intento di andare a toccare i temi della sovranità alimentare e i concetti di equità e di spreco.

Il Girotondo dell’Amicizia comprende diverse iniziative che fanno parte integrante del progetto “Star bene insieme”, nato per promuovere l’inclusione di tutti gli alunni e la conoscenza delle diverse culture, anche grazie alla collaborazione degli enti locali, non per fare folclore ma per conoscere realmente alcuni aspetti delle culture, per metterle a confronto in modo da individuarne analogie e differenze, nell’ottica di sviluppare coscienza e rispetto reciproco.

Se nelle scorse edizioni le Giornate dell’intercultura si esaurivano in due settimane, quest’anno il programma è più ampio e articolato. La stagione interculturale si è aperta il 20 marzo scorso con una conferenza dal titolo “Anche i cibi viaggiano”, tenuta dalla prof. Piera Gioda. Nel frattempo le insegnanti della Commissione intercultura hanno iniziato a proporre in via sperimentale, in due sezioni della scuola dell’infanzia e in sei classi della scuola primaria, un’animazione teatrale dal titolo “Cuochi express in giro per il mondo”. Inoltre, dal 9 al 19 aprile, presso il salone delle Murasse, cinquecento bambini dell’Istituzione Evançon 2 parteciperanno ai laboratori interculturali gestiti da insegnanti e mediatori.

L’8 maggio alle ore 20.30 presso il salone Bonomi di Verrès, è prevista quindi una conferenza sull’educazione interculturale, rivolta soprattutto alle famiglie e al territorio, con lo scopo di portare fuori dalla scuola l’esperienza svolta durante i laboratori con i bambini. Si approfondirà il tema dell’alimentazione attraverso la conoscenza delle diverse culture.

Il 18 maggio 2013, scuola, famiglie e territorio saranno coinvolti nella “Festa di Tutti”, organizzata dalle due istituzioni scolastiche di Verrès, Evançon 2 e “Luigi Barone”. Cibi locali e provenienti da diverse parti del mondo, musiche, canti e balli, azioni teatrali dei “Monelli dell’Arte" saranno i protagonisti della serata.

Infine, a giugno è prevista l’organizzazione di due iniziative a favore dell’integrazione delle donne, con scambi di ricette e dimostrazioni reciproche in cucina tra donne di diverse comunità. 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società