IL BATTESIMO DI “ANTENNE HANDICAP VDA”

E' nata, in Valle d'Aosta, una nuova realtà a tutela del diritto allo sport per tutti. Si tratta di Antenne Handicap VdA Onlus - associazione che riunisce realtà diverse come l'Aspert (Associazione Sport per tutti), L'école du...
Società

E’ nata, in Valle d’Aosta, una nuova realtà a tutela del diritto allo sport per tutti.
Si tratta di Antenne Handicap VdA Onlus – associazione che riunisce realtà diverse come l’Aspert (Associazione Sport per tutti), L’école du Sport e la cooperativa sociale mens@corpore – con l’obiettivo di facilitare l’accesso alle pratiche sportive per i disabili e favorire la promozione delle attività a loro rivolte, anche attraverso un’efficace integrazione dei servizi e delle risorse presenti sul territorio.

In questo contesto, le tre anime che compongono l’associazione hanno assunto dei ruoli specifici, che rispecchiano i rispettivi ambiti di competenza: l’Aspert, Associazione Sport per Tutti, con i propri volontari, è di supporto ai maestri di sci, L’école du sport, affiliata al CIP, Comitato Italiano Paralimpico, che attualmente propone il weelchair curling, apre la nuova sezione dello sci, mentre la Cooperativa sociale mens@corpore promuove una forma di turismo sociale rivolto ai disabili e alle loro famiglie.

L’associazione è stata presentata sabato scorso, 24 marzo, al palazzetto dello Sport di Courmayeur, in occasione della cerimonia di premiazione del campionato italiano di sci disabili.

Il giorno successivo, domenica 25 marzo, è stata inaugurata la sede di ?Antenne Handicap VdA?, presso il Pré de Pascal, in Val Veny. Erano presenti: Andrea Borney, presidente dell’Aspert e del Centro di Servizio per il Volontariato della Valle d’Aosta, Pilar Ottoz, delegato regionale del Comitato Italiano Paralimpico, Manuel Castelnuovo, direttore della Scuola di sci Courmayeur e Marc Gostoli, inspiratore nonché presidente onorario della neonata associazione.
Gostoli, che da anni sviluppa nuovi attrezzi sciistici per disabili come il GSM (Gostoli Marc System), Il Vertiski, il Trotty-ski e l’xbi-free, e forma i maestri di sci francesi che operano con questo tipo di utenza, è a capo di ?Antenne Handicap?, una affermata realtà transalpina che ha creato una delle più grandi scuole di sci per disabili d’Europa a La Plagne.

Proprio in occasione del gemellaggio tra le ?due Antenne? un gruppo di disabili ha potuto sperimentare i nuovi ausili ideati da Marc Gostoli, che consentono l’avvicinamento allo sci attraverso l’attrezzatura più idonea in funzione del proprio handicap.
Il Vertiski, ad esempio, permette ai disabili con paraplegia di affrontare la discesa sugli sci in posizione eretta, grazie ad una particolare stampella, ed è perfettamente in grado di offrire il brivido dello sci anche a coloro che non hanno più l’uso delle gambe.

Sempre domenica scorsa, Antenne Handicap Valle d’Aosta ha annunciato di avere ricevuto una donazione di 3.200 euro da parte del dott. Giuliano Zucco per l’acquisto di uno slittino per lo sci dei disabili.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società