Il Comune valuta positivamente l’elettrodotto Chatillon Villeneuve proposta da Terna

Il primo cittadino ha presentato in Consiglio comunale il progetto di Terna, che prevede sul tratto che va da Villeneuve a Châtillon, la realizzazione di una linea elettrica ad alta tensione da 380 Kv nella parte più alta del territorio.
Municipio di Pollein
Società

Il Sindaco di Pollein Luca Bianchi ha poi presentato al Consiglio il documento presentato da Terna, la società responsabile in Italia del trasporto dell’energia elettrica, un progetto che prevede in particolare, sul tratto che va da Villeneuve a Châtillon, la realizzazione di una linea elettrica ad alta tensione da 380 Kv nella parte più alta del territorio.Gli interventi proposti, secondo il Consiglio, – si legge in una nota stampa del Comune – sono da considerarsi, nel merito, positivi in quanto permettono lo smantellamento della linea aerea a 220 kv e l’interramento di quella a 130 kv che attualmente interferiscono con la parte più urbanizzata”.

Attivare un’attività a Km Zero sul territorio. E’ quanto si auspica L’amministrazione comunale di Pollein che nel corso del Consiglio comunale di venerdì 29 ottobre ha approvato la seconda variazione di bilancio, che prevede un aumento, tra entrate e uscite, per un corrispettivo di 624mila euro. Tra i diversi interventi in Conto capitale figurano 150mila euro per l’acquisto dei locali dell’ex cooperativa Carni Pollein, l’immobile che il Comune vorrebbe acquisire per sfruttare il garage quale deposito automezzi, mentre auspicherebbe, coinvolgendo dei privati, di attivare un commercio a chilometri zero. Tra gli altri interventi 160mila euro sono stati inseriti per gestire la manutenzione straordinaria delle scuole e 36mila, grazie a un contributo regionale, per l’impianto di allarme evacuazione, 75mila euro destinati al parcheggio di località Chateau e 100mila euro sono stati imputati al centro di costo riguardante gli arredi della biblioteca comunale, 128mila per il sistema di videosorveglianza, di cui almeno la metà dovrebbe giungere da un contributo regionale.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte