Il Csv mette a bando 90mila euro per progetti innovativi e meritevoli del volontariato

Sono risorse economiche, provenienti dalla Fondazioni di origine bancaria, che saranno assegnate con criteri meritocratici alle associazioni che presenteranno i progetti più innovativi, duraturi nel tempo e rispondenti alle esigenze del territorio.
Società

Sono stati presentati ufficialmente alla stampa, giovedì 10 luglio, due nuovi bandi per il sostegno di progetti delle Organizzazioni di Volontariato operanti in Valle d’Aosta.

Finanziati con risorse messe a disposizione dalle Fondazioni di origine bancaria, i due bandi, con scadenza unica fissata al 30 settembre 2014, finanziano azioni e progetti innovativi messi in campo dal volontariato valdostano per complessivi 90mila euro.

"In un momento di crisi come quello che stiamo vivendo – ha spiegato la neo presidente del CSV Stefania Perego – queste risorse rappresentano una boccata di ossigeno per le associazioni e per i soggetti, spesso fragili, di cui queste si occupano tutti i giorni".

I bandi presentati sono due distinti: 60mila euro sono destinati al finanziamento di 10 progetti sociali delle OdV valdostane (il valore di ogni progetto non può superare i 6 mila euro) in ambiti diversi tra cui la lotta al disagio sociale, la promozione della salute, la tutela dei diritti, del patrimonio ambientale, il sostegno mutualistico tra famiglie, il consolidamento delle competenze di giovani e adulti, la promozione e lo sviluppo del volontariato anche come percorso riabilitante.

Il secondo bando, che mette a disposizione 30mila euro, si propone invece di raccogliere idee delle associazioni intorno al tema della riduzione dello spreco e del recupero di alimenti.

"Su questo bando, che dei due è il più innovativo, il CSV giocherà il ruolo di regia e coordinamento per arrivare a mettere insieme le diverse idee pervenute e a costruire un unico progetto in grado di fronteggiare il problema delle nuove povertà e del recupero delle eccedenze alimentari" ha spiegato il coordinatore del CSV Fabio Molino.

– See more at: http://www.csv.vda.it/pg_news.php?id_cat=2&id_scat=7&id_sscat=10&id_arg=3523&lang=it&style=aa#sthash.o248EwzW.dpuf

"In un momento di crisi come quello che stiamo vivendo 90mila euro per il sostegno finanziario di progetti dei volontariato rappresentano una boccata di ossigeno per le associazioni e per i soggetti, spesso fragili, di cui queste si occupano tutti i giorni". Così Stefania Perego,neo presidente del CSV della Valle d’Aosta, ha presentato ieri, giovedì 10 luglio, i due nuovi bandi promossi dal CSV e aperti al volontariato valdostano.

Si tratta di fatto di risorse economiche, provenienti dalla Fondazioni di origine bancaria, che saranno assegnate con criteri meritocratici alle associazioni che presenteranno i progetti più innovativi, duraturi nel tempo e rispondenti alle esigenze del territorio. Il tutto con scadenza il 30 settembre 2014.

I bandi presentati sono due distinti: 60mila euro sono destinati al finanziamento di 10 progetti sociali delle OdV valdostane (il valore di ogni progetto non può superare i 6 mila euro) in ambiti diversi tra cui la lotta al disagio sociale, la promozione della salute, la tutela dei diritti, del patrimonio ambientale, il sostegno mutualistico tra famiglie, il consolidamento delle competenze di giovani e adulti, la promozione e lo sviluppo del volontariato anche come percorso riabilitante.

Il secondo bando mette invece a disposizione 30mila euro e si propone invece di raccogliere idee delle associazioni intorno al tema della riduzione dello spreco e del recupero di alimenti. "In Valle non esiste al momento un progetto di recupero delle eccedenze alimentari che possano essere messe a disposizione delle persone in difficoltà, con questo bando vorremmo costruirne uno, condiviso tra tutte le associazioni che lavorano nell’ambito delle nuoe povertà" ha spiegato Fabio Molino, coordinatore del CSV.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società