Il Servizio civile apre agli adolescenti: 29 posti per progetti estivi /VIDEO

La giunta regionale ha approvato ieri "Due mesi in positivo, una prima sperimentazione di servizio civile regionale che mette a disposizione 29 posti per adolescenti dai 16 ai 18 anni. Un impegno di due mesi con un rimborso di 430 euro mensili.
Società

Come impegnare, in modo proficuo, i giovani nel periodo estivo? E’ il cruccio e la domanda di molti genitori alla fine dell’anno scolastico. Ora per i loro figli adolescenti, con età compresa dai 16 ai 18 anni, potrebbe esserci un’opportunità in più:  "Due mesi in positivo" una prima sperimentazione di servizio civile regionale approvata ieri, venerdì 20 maggio, dalla giunta regionale.

I posti disponibili, per questa prima sperimentazione sono 29 in progetti diversi che vanno dall’aiuto alle persone in difficoltà, alla tutela dei beni culturali, da iniziative di animazione dell’infanzia, ad attività a favore dei diritti dei consumatori. Per due mesi, dal 13 giugno al 12 agosto, i giovani ammessi a svolgere il servizio civile dovranno svolgere, presso enti come l’Assessorato all’Istruzione e cultura, il Consorzio Trait d’Union, la Caritas, il Codacons, diverse attività previste nel progetto per un monte orario che va dalle 20 alle 25 ore settimanali.

In cambio riceveranno, oltre ad una formazione specifica, un rimborso forfettario di € 14,46 giornalieri per un totale di € 433,80 netti mensili. Per partecipare è necessario presentare una domanda su un apposito modulo di iscrizione entro il 5 giugno prossimo.  Il modulo per l’iscrizione si trova all’Ufficio del Servizio civile situato presso la Direzione politiche sociali della Regione Autonoma Valle d’Aosta in Loc. Grande Charrière, 40 a Saint Christophe. L’Ufficio servizio civile si occuperà di accogliere le domande, di verificare i requisiti dei candidati e di fare una selezione sulla base di criteri come l’esperienza nel campo, la motivazione, la disponibilità.

Il video di presentazione del servizio civile nazionale

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte