In biblioteca inaugurata la Mostra su “Treasures of the Mountains” del Liceo Linguistico

In 22 pannelli sono stati raccolti testi ed immagini che presentano le esperienze fatte sul territorio nel corso dei due incontri ed i risultati raggiunti nel corso di questa prima fase del progetto.
Al centro il sindaco Fabrizia Derriard e il preside Franco Cossard
Società

E' stata inaugurata nella mattina di oggi, 11 giugno, presso la Biblioteca Comunale di Courmayeur, la mostra fotografica dedicata ai primi mesi del percorso compiuto dagli studenti e dai docenti del Liceo Linguistico di Courmayeur nell'ambito del progetto biennale europeo "Treasures of the Mountains" del programma Comenius
Si tratta di un'iniziativa che vede il linguistico valdostano protagonista insieme ad altri sei istituti superiori di località montane di Spagna, Austria, Norvegia, Polonia, Slovacchia, Slovenia, Turchia, e la cui finalità principale è quella di promuovere la conoscenza reciproca fra diverse realtà europee.

Un percorso che è partito nello scorso autunno, dal 26 al 30 ottobre 2009, proprio con l'appuntamento di Courmayeur, in occasione del quale, i docenti e gli studenti del Liceo ai piedi del Monte Bianco hanno fatto da padroni di casa per 12 docenti e 5 studenti provenienti dai sette istituti partner, accompagnandoli alla scoperta dei "tesori" del nostro territorio, attraverso visite guidate a realtà e località significative, momenti di lezione comuni ed escursioni.
Dal 4 al 13 febbraio 2010, quindi, quattro insegnanti e sei alunni delle classi I A e I B del Liceo Linguistico hanno ricambiato la visita partecipando, in Norvegia, tra Lillehammer e Fagherhøi, al secondo meeting del progetto, che è stato anche l'occasione per fare il punto sul lavoro impostato nel corso dell'appuntamento di Courmayeur e portato avanti nei mesi successivi dalle diverse scuole, che si sono tenute in contatto attraverso Internet, per uno scambio costante di informazioni, utilizzando l'Inglese come lingua ufficiale di comunicazione.

In 22 pannelli sono stati infatti raccolti testi ed immagini che presentano le esperienze fatte sul territorio nel corso dei due incontri ed i risultati raggiunti nel corso di questa prima fase del progetto, e tra questi un primo prototipo di un gioco di società, stile Trivial Pursuit, ideato insieme dai ragazzi e dai docenti, nonché il lavoro fin qui svolto per la creazione di un sito Web multimediale e multilingue dedicato proprio ai "Tesori delle Montagne" europee, l'implementazione dei contenuti di Wikipedia in materia di montagna europea, la pianificazione di gite di ricerca presso siti di interesse locale per Geocaching, (una sorta di caccia al tesoro "mondiale", condotta tramite GPS) e, infine, l'individuazione di itinerari sicuri ed economici per scoprire le montagne europee attraverso Google Earth/Maps.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte