La Carovana della Alpi: presentazione al Cervino international Film Festival

È in partenza la IV edizione della"Carovana delle Alpi" che assegnerà bandiere nere e bandiere verdi ai cattivi e ai buoni esempi di gestione del territorio nell'arco alpino. Dal 20 luglio al 15 ottobre,...
Società

È in partenza la IV edizione della”Carovana delle Alpi” che assegnerà bandiere nere e bandiere verdi ai cattivi e ai buoni esempi di gestione del territorio nell’arco alpino.
Dal 20 luglio al 15 ottobre, eventi, mostre, analisi sull’inquinamento dell’aria, convegni e blitz per fare il check-up all’arco alpino italiano. Realizzata con il contributo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e presentata il 20 luglio in anteprima al Cervino International Film Festival, la Carovana delle Alpi metterà in luce i progetti di qualità e le migliori pratiche per la valorizzazione del territorio, ma stilerà anche un dettagliato rapporto su “ecomostri” ed interventi ad alto impatto per l’ambiente.
Descrivere vizi e virtù di una catena montuosa governata da 7 diversi Paesi europei, tutti ugualmente responsabili della sua corretta gestione ambientale, come sancito dalla Convenzione Internazionale per la Protezione delle Alpi: è questa la vocazione della Carovana, che assegna Bandiere Nere e Bandiere Verdi, rispettivamente alle cattive e alle buone politiche territoriali dal punto di vista ambientale.
Carovana delle Alpi è anche una campagna di monitoraggio dell’inquinamento atmosferico. Il programma scientifico prevede campionamenti e analisi dell’aria in alcune delle principali località dell’arco alpino.
Tanti e diversi saranno i temi affrontati durante gli appuntamenti della Carovana: dalla valorizzazione dell’identità e del patrimonio dei piccoli centri, alla denuncia delle aggressioni subite dall’alta quota per gli eccessi dell’industria dello sci, dai problemi del traffico ai valichi alpini a quelli legati alla valorizzazione delle risorse energetiche montane. La Carovana delle Alpi sarà inoltre l’occasione per lanciare proposte e progetti: si parlerà di nuove ferrovie turistiche, di valorizzazione di siti geologici, di patrimoni culturali tutti ancora da scoprire.
A tutti i volenterosi la Carovana delle Alpi 2005 offre inoltre la possibilità di cimentarsi in  escursioni su mulattiere e sentieri: un fitto programma di trekking estivi, alcuni molto semplici, altri un po’ più impegnativi ma comunque accessibili a tutti, permetteranno di scoprire valli sconosciute, di mettere in luce patrimoni e beni culturali di centri minori, ma anche di toccare con mano episodi di degrado e di eccesso di sfruttamento turistico. Tra le mete dei 19 trekking, località molto note (le Dolomiti, il Monte Bianco e il Monviso) ma anche montagne che invece meritano di essere maggiormente apprezzate da turisti attenti ed esigenti, come quelle del Parco delle Orobie Bergamasche, del Canavese e dei monti del Garda.
La Carovana delle Alpi 2005 sarà presentata in anteprima al ‘Cervino International Film Festival’: quest’anno infatti Legambiente e gli organizzatori del “più alto festival cinematografico del Mondo” si incontreranno all’ombra della piramide del Cervino, in Valtournenche, dal 20 al 24 luglio, per un evento cinematografico in cui i temi ambientali saranno molto presenti nelle numerose proiezioni in concorso.
Gli appuntamenti e i trekking della Carovana delle Alpi 2005 sono consultabli sul sito www.legambiente.com

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società