La Festa dei Calabresi diventa maggiorenne e si regala la Miss

La 18esima edizione della Festa dei Santi Giorgio e Giacomo, Festa dei Calabresi, propone per la prima volta l'elezione della Miss. Protagonisti l'enogastronomia, la musica, la tarantella, il divertimento, la messa e la processione e chiusura con i fuochi
Festa di San Giorgio e San Giacomo
Società

Si accendono questa sera le luci sull'edizione 2010 della festa dei Santi Giorgio e Giacomo, l'atteso appuntamento con cui la folta comunità calabrese che è in Valle d'Aosta celebra la propria cultura, cucina e tradizione. Un appuntamento diventato immancabile in realtà per tutta la comunità valdostana. Come per le scorse edizioni è l'area Montfleury ad ospitare la festa, con i suoi 30 stand, che quest'anno si arricchisce di una novità: l'elezione della Miss. Un nuovo appuntamento per questa 18esima edizione che punta sulla bellezza meridionale e alla cui vincitrice andrà un collier di marca.

Presente all'inaugurazione della festa sarà proprio il Presidente della regione Calabria Giuseppe Scopelliti, il sindaco di San Giorgio Morgeto, Nicola Gargano. E' proprio da questo comune che arriva la maggior parte della comunità calabrese presente in Valle d'Aosta, nonché i due organizzatori e patron dell'evento: Giorgio Nasso e Giuseppe Tropiano.

Tra i momenti che accompagneranno i 15 giorni di festa rimane quello gastronomico con la cucina calabrese: 6 chef e 60 inservienti avranno il loro da fare. Il pubblico è di fatto sempre numerosissimo. A risuonare per tutto il tempo sarà la musica e le danze tipiche con l'immancabile torneo di tarantella.  Tra gli appuntamenti in calendario figurano la finale del torneo di tarantella, 23 luglio, la messa alle 11 a Saint-Martin, 25 luglio, cui farà seguito la processione guidata dalle due statue che riproducono per l'appunto i Santi Giorgio e Giacomo. A chiudere in grande stile la quindicina di festeggiamenti, buon cibo, musica e balli, sono i fuochi pirotecnici che vedranno come ogni edizione centinaia di persone con gli occhi al cielo pronti a stupirsi come bimbi di fronte ai mille colori sulla tela del cielo stellato.

 

 

 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte